Neonato di 2 mesi. Tappe di Sviluppo e Segni di ritardo.

Ad ogni età il vostro neonato e bambino gioca, impara, parla, e si muove. Vedere quando e come fa queste cose è fondamentale. Perchè da questo si può sapere se lo sviluppo del bambino è normale o no.

Questa osservazione delle tappe di sviluppo può essere fatta perfettamente da ogni genitore. Non si tratta di fare esami o test particolari, ma solo di guardare alcune semplici attività quotidiane. 

Anzi, io credo che il genitore è la persona più adatta per valutare lo sviluppo del bambino. Perché lo conosce perfettamente in tutti i suoi aspetti. Il genitore è in grado di cogliere delle sfumature di comportamento che nessun pediatra potrà individuare. 

Cosa sono le tappe di sviluppo?

Le tappe di sviluppo sono le cose che la maggioranza dei bambini fanno ad una certa età.

Bisogna sempre ricordare una cosa. 

Non bisogna preoccuparsi se vostro bambino non raggiunge subito tutte le tappe dello sviluppo tipiche per la sua età. 

Ogni bambino è diverso dall’altro. In alcuni bambini lo sviluppo è più veloce, in altri è un pò più lento. Però spesso è sempre normale. 

Pensate che alcuni bambini camminano a 10 mesi, altri a 18 mesi. 

Il raggiungimento delle tappe di sviluppo dipende anche dall’età gestazionale. Se il bambino è nato prematuro uno o due mesi, allora raggiungerà le tappe uno o due mesi dopo. 

Se vi sembra che lo sviluppo del vostro neonato o bambino non sia normale, chiedete un controllo al pediatra. 

Non aspettate al prossimo controllo fra qualche mese. Se il vostro bambino non raggiunge le tappe di sviluppo tipiche della sue età, chiamate il pediatra. Fate lo stesso anche se avete dei dubbi su come il bambino parla, gioca, si comporta o si muove, o qualsiasi altro dubbio.

Non aspettate. Esprimete chiaramente al pediatra i vostri dubbi e preoccupazioni.  

Nel caso che vi siano dei problemi, la diagnosi precoce e l’intervento tempestivo, il prima possibile, sono fondamentali per recuperare bene. 

Quali sono le tappe di sviluppo per un bambino di 2 mesi? 

Per comodità conviene dividere queste tappe in categorie: movimenti, vista e udito, comunicazione, sviluppo affettivo

Come il bambino si muove.

A due mesi il tuo bambino inizia a controllare bene i suoi movimenti. Ad esempio quando è coricato sulla schiena, supino, gira la testa dai due lati. 

Sempre coricato, Il bambino muove le braccia e le gambe in modo armonioso e simmetrico. Cioè con la stessa forza e intensità a destra e a sinistra. Soprattutto se è eccitato muove le gambe in modo alternato, come se volesse pedalare. 

A volte il bambino si contrae dalla parte dove è girata la testa, Cioè da quella parte tende a estendere il braccio e la gamba. Non è nulla di anormale, si chiama il riflesso dello schermidore. 

Se lo mettete coricato sulla pancia, Inizia a sollevare bene la testa, e la gira bene da un lato e dall’altro. Questo perchè i muscoli del collo diventano più forti.  

Anche per questo motivo, quando il bambino è messo seduto, riesce a mantenere un po’ di più la testa dritta, anche se spesso questa dondola ancora in avanti e indietro.

Se lo tenete in posizione verticale, il bambino tende a spingere un attimo con la pianta del piede, poi però piega le gambe. 

se lo sollevate in aria, sospendendolo con la mano sulla pancia e cercate di metterlo in orizzontale, la testa è allineata al tronco o appena sotto. .

Il bambino tiene i pugni chiusi la maggior parte del tempo, ma comincia ad aprire sempre più spesso le mani. Se gli mettete un piccolo sonaglio nella palma della mano, lo stringe forte, ma non lo lascia. Ne ho esperienza in ambulatorio se il bambino mi prende a caso lo stetoscopio mentre gli ascolto il torace, poi è difficile toglierlo. 

E in più, in modo involontario, lo strattona. 

Comincia a portare le mani verso il volto e alla bocca e inizia a guardarle. A volte riesce a portare una mano alla bocca e inizia a succhiarla

Vista, udito

La vista del bambino migliora progressivamente, ma non vi vede in modo nitido se siete lontani. Vi vede bene se siete distanti 20-30 cm. Allora segue bene il vostro volto con la testa e con gli occhi. Se lo tenete vicino, vede e segue un oggetto con gli occhi, se lo muovete a destra o sinistra. È normale se qualche volta incrocia gli occhi, come fosse strabico.

Migliora la sua visione dei colori. Preferisce colori ad alto contrasto, come bianco e nero. 

Dei rumori forti possono interrompere i movimenti del bambino, ma spesso non si gira verso l’origine del suono, perchè ancora non ha la coordinazione necessaria.

Comincia chiaramente a distinguere le voci. Il bambino reagisce se ascolta la voce di uno dei genitori. 

Comunicazione

Il bambino reagisce al suo ambiente e alle interazioni con i genitori. Lo fa emettendo dei suoni, delle vocali, come “a”. Poi comunica con i movimenti del suo corpo. 

Cerca di ascoltare quando gli parlate e inizia già a imparare a comunicare, quando gli parlate. 

E il bambino sorride in risposta al vostro sorriso. Spesso lo fa lui per primo. 

Sviluppo psico affettivo

Il bambino sorride spesso a voi genitori, ma anche a persone sconosciute. Con i movimenti e i suoni, o le urla e i pianti, riesce ad esprimere delle emozioni. Se è contento, eccitato, tranquillo. O al contrario se è annoiato, o arrabbiato, o ha fastidio o dolore. 

Gli piace chiaramente essere accarezzato, massaggiato, coccolato. 

Quali sono i segni di allarme per un possibile ritardo di sviluppo a 2 mesi?

I sintomi che vi devono allertare sono questi: 

Se messo di schiena il bambino resta quasi immobile. Normalmente i bambini di questa età muovono le braccia e le gambe in modo armonioso e simmetrico.

Oppure muove bene un braccio, ad esempio il destro e l’altro a sinistra lo muove meno, o per niente. Stessa cosa per la gamba. I movimenti non sono simmetrici. 

Inoltre quando lo sollevate con una mano sulla pancia, il bambino è molto flaccido e la testa e le gambe tendono a cadere come una bambola di pezza. Normalmente il bambino di due mesi, se sollevato in questo modo, tende a tenere le braccia e le gambe flesse e cerca di sollevare la testa.

Quando cercate di metterlo seduto non riesce a controllare la testa nemmeno per pochi secondi, ma questa ciondola in avanti o indietro.

Quando il bambino è coricato di pancia, ad esempio sul tavolo o su di voi, non riesce a sollevare la testa. Questa rimane appoggiata al suolo. 

Il bambino non porta mai le mani alla bocca.

Se tenete un oggetto o giocattolo vicino al suo volto non lo guarda o lo guarda un attimo, ma non lo segue con gli occhi mentre lo muovete piano.

Inoltre non vi guarda, oppure vi guarda un attimo, ma non vi segue con gli occhi, quando vi spostate leggermente. Non sembra interessato al vostro volto. Oppure vi guarda un attimo ma non reagisce. 

Il bambino non vi sorride e, anche se lo stimolate o cercate di parlargli, non emette alcun suono.

Il bambino non reagisce ai rumori forti, sta immobile.

Se il bambino ha anche uno solo di questi sintomi o se siete preoccupati parlate con il vostro pediatra. Non aspettate. La diagnosi precoce di un’eventuale problema è cruciale. Perchè un trattamento tempestivo è fondamentale.