4 Mesi. Tappe di Sviluppo e Segni di Ritardo

Ad ogni età il vostro neonato e bambino gioca, impara, parla, e si muove. Vedere quando e come fa queste cose è fondamentale. Perchè da questo si può sapere se lo sviluppo del bambino è normale o no.

Questa osservazione delle tappe di sviluppo può essere fatta perfettamente da ogni genitore. Non si tratta di fare esami o test particolari, ma solo di guardare alcune semplici attività quotidiane. 

Anzi, io credo che il genitore è la persona più adatta per valutare lo sviluppo del bambino. Perché lo conosce perfettamente in tutti i suoi aspetti. Il genitore è in grado di cogliere delle sfumature di comportamento che nessun pediatra potrà individuare. 

Cosa sono le tappe di sviluppo?

Le tappe di sviluppo sono le cose che la maggioranza dei bambini fanno ad una certa età.

Bisogna sempre ricordare una cosa. 

Non bisogna preoccuparsi se vostro bambino non raggiunge subito tutte le tappe dello sviluppo tipiche per la sua età. 

Ogni bambino è diverso dall’altro. In alcuni bambini lo sviluppo è più veloce, in altri è un pò più lento. Però spesso è sempre normale. 

Pensate che alcuni bambini camminano a 10 mesi, altri a 18 mesi. 

Il raggiungimento delle tappe di sviluppo dipende anche dall’età gestazionale. Se il bambino è nato prematuro uno o due mesi, allora raggiungerà le tappe uno o due mesi dopo. 

Se vi sembra che lo sviluppo del vostro neonato o bambino non sia normale, chiedete un controllo al pediatra. 

Non aspettate al prossimo controllo fra qualche mese. Se il vostro bambino non raggiunge le tappe di sviluppo tipiche della sue età, chiamate il pediatra. Fate lo stesso anche se avete dei dubbi su come il bambino parla, gioca, si comporta o si muove, o qualsiasi altro dubbio.

Non aspettate. Esprimete chiaramente al pediatra i vostri dubbi e preoccupazioni.  

Nel caso che vi siano dei problemi, la diagnosi precoce e l’intervento tempestivo, il prima possibile, sono fondamentali per recuperare bene. 

Quali sono le Tappe di sviluppo di un bambino di 4 mesi? Cosa fa a questa età?

Per comodità conviene dividere queste tappe in categorie: movimenti, vista e udito, comunicazione, sviluppo affettivo

Movimenti

Se viene messo coricato sul dorso il bambino si muove sempre di più, in modo simmetrico.

Ormai tiene le mani spesso aperte e le muove bene. Poi il bambino guarda le sue mani, le mette in bocca, sembra giocare con le dita.

Riesce ad usare gli occhi e le mani, ad esempio guarda un giocattolo e cerca di raggiungerlo con una mano. 

Comincia a prendere gli oggetti, anche se manca un pò di coordinazione, li guarda e li porta alla bocca. Se ha un sonaglio inizia ad agitarlo. Prende anche i vestiti, i vostri capelli, e tutto quello che gli capita a portata di mano, e lo porta in bocca. 

Non riesce ad usare il pollice per prendere i giocattoli. Li prende con le dita e il palmo della mano.

Quando è coricato sulla pancia, il vostro bambino solleva bene la testa e il petto, appoggiandosi sugli avambracci.

Poi, sempre in questa posizione, gira la testa in tutti sensi per seguire un oggetto o una persona.

Quando il bambino viene messo seduto, mantiene la testa stabile. 

Se viene messo in piedi su una superficie dura, appoggia i piedi per terra e cerca di sostenersi e sopporta il suo peso per pochi secondi. 

Si gira bene sul fianco, anche se spesso senza volerlo, in modo accidentale. 

Può iniziare a rotolarsi, soprattutto quando è coricato di pancia. In questa posizione si vede spesso che il bambino distende un braccio e allora si rotola sul dorso, in modo quindi involontario. Poi capisce come si fa. 

Dato che anche la sua capacità di movimento è migliorata, cerca, con dei movimenti del corpo, di provare a raggiungere un giocattolo che gli interessa.

Ad esempio agita le gambe, o cerca di allungarsi, o di rotolarsi, se vede un giocattolo interessante.

Vista, udito

La vista migliora e il bambino ama guardare il suo ambiente. Soprattutto il volto dei genitori. Vi guarda spesso, per un tempo maggiore.

Se gli mostrate un giocattolo e lo spostate a destra o sinistra, il bambino lo segue con gli occhi. 

Vi riconosce anche se siete distanti. 

Il bambino ascolta con attenzione i suoni o la musica o la vostra voce, e si gira verso l’origine di un suono. E’ attento se lo chiamate e si gira.  

Comunicazione e linguaggio

A questa età, il suo bagaglio di linguaggio e nettamente aumentato, produce delle vocali in continuazione, e gioca a modificare l’intensità e l’altezza dei vari suoni.

Vi sorride sempre piu’ spesso quando giocate con lui. Cerca di comunicare con voi, o attirare la vostra attenzione, con suoni e vocalizzi. Spesso ride anche da solo. Inizia a presentare, nei suoi vocalizzi, alcune caratteristiche della lingua madre.

Manifesta chiaramente il piacere di giocare con voi, e spesso piange quando dovete allontanarvi. 

Il bambino dimostra che è contento quando comunica con voi e allora muove le braccia e le gambe e vocalizza spesso. 

E’ più’ espressivo con il volto e il corpo. Reagisce alle situazioni quotidiane, con sorrisi, vocalizzi e movimenti di eccitazione prima di alcuni momenti piacevoli come il pasto o il bagnetto. Manifesta piacere durante i momenti di coccole e massaggi.

Sviluppo psico affettivo e intellettuale

Il bambino è spesso contento e sorride. Fa capire che è contento quando vede il papà o la mamma, battendo le mani, o allungando le braccia per farsi prendere in braccio.

Gli piace essere massaggiato e accarezzato. Scoppia a ridere quando si gioca a nascondino o in altre occasioni, come se si imitano i suoi vocalizzi.

Se lo ignorate per un certo tempo, spesso piange o si agita per attirare l’attenzione.

Il bambino si calma e si consola facilmente se lo prendete in braccio. 

Quando un estraneo si avvicina a lui, spesso si dimostra diffidente. Ad esempio smette di sorridere e si agita.

Il bambino osserva spesso il suo ambiente e cosa succede intorno a lui. 

Non ha ancora il concetto della permanenza dell’oggetto. Cioè guarda un giocattolo, ma se lo mettete fuori dalla sua vista, distoglie lo sguardo e non lo cerca.

Quali sono i segni di allarme per un possibile ritardo di sviluppo a 4 mesi?

I sintomi che vi devono allertare sono questi: 

Il bambino non si muove in modo armonioso e simmetrico, ma a scatti o asimmetrico, cioè ad esempio muove meglio un braccio rispetto all’altro.

Se messo coricato di schiena non solleva la testa.

Inoltre, quando viene coricato sulla pancia, non tiene la testa sollevata a 90 gradi, e non cerca di sollevarsi tenendosi sugli avambracci.

Se lo mettete seduto il bambino non riesce a controllare la testa, ma questa tende a cadere in basso o lateralmente.

Quando lo tenete sospeso di pancia, non riesce a tenere la testa sulla linea orizzontale

Se tenuto in posizione verticale, non spinge con i piedi verso la superficie.

Il bambino non cerca di afferrare gli oggetti. non presenta alcun interesse ai giochi che gli proponete, cioè i giocattoli che gli mettete davanti. E non cerca di prenderli toccarli quando è seduto, quando è coricato di schiena.

Non porta gli oggetti o le mani alla bocca.

Il bambino non guarda il volto del genitore, o non segue il suo sguardo. Non sembra interessato a guardarvi. 

Poi non guarda gli oggetti quando si muovono e non muove entrambi gli occhi in tutte le direzioni. Spesso incrocia gli occhi, come se fosse strabico.

Inoltre il bambino non sorride 

Non produce suoni e vocalizzi.

Non si calma facilmente, non si lascia consolare. 

Se il bambino ha anche uno solo di questi sintomi o se siete preoccupati parlate con il vostro pediatra. Non aspettate. La diagnosi precoce di un’eventuale problema è cruciale. Perchè un trattamento tempestivo è fondamentale.