19 tra i migliori libri per bambini 3 anni fino a 5 anni, per leggere insieme.

Last Updated on 21 Ottobre 2022 by Dr. Sandro Cantoni

Con la collaborazione di Monia Grisendi, bibliotecaria di Novellara (Reggio Emilia), del gruppo coordinamento Nati per Leggere.

Leggere ai neonati o ai bambini più grandi, condividere un libro, è una delle attività più belle da fare insieme. Ed è fondamentale per il loro sviluppo intellettuale.

Leggere con il tuo bambino è cruciale, ha davvero tantissimi benefici

Qui trovate una lista di libri di qualità elevata, spesso premiati, adatti a questa età. Sono tutti libri che ho letto, e che amo rileggere, e che raccomando a chi mi chiede qualche consiglio.

Il Sentiero, di Marianne Dubuc 🏅

1998 / Età

Premi

  • 2019 Nati per Leggere (Winner)
  • 2018 Publishers Weekly Best Books — Picture Books
  • 2018 Publishers Weekly — Starred Review
  • 2018 School Library Journal — Starred Review

La storia di un’amicizia.

libro sentiero 1Pin

È una storia semplice, ma lunga e ricchissima, di un’amicizia e di trasmissione di esperienze, sapere e conoscenze, tra l’anziana signora Tasso e il giovane gattino Lulù. 

sentiero 2Pin

Ogni domenica l’anziana signora Tasso ha un’abitudine. Si alza di buon mattino e percorre il sentiero verso la cima della collina, il Pan di Zucchero. 

sentiero 3Pin

Durante il cammino, la signora Tasso saluta gli amici, aiuta quelli che hanno bisogno e raccoglie piccoli tesori, da riportare a casa. 

sentiero 4Pin

Un giorno incontra Lulu, un piccolo gattino, che vorrebbe accompagnarla, ma non crede di averne la forza.

sentiero 5Pin

Con l’aiuto della Signora Tasso farà un percorso ben più lungo di quello che immagina. 

Puoi vedere un video del libro qui:

https://youtu.be/6j_6rwBMWl4

Altri libri dello stesso autore:

Nel Paese dei Mostri Selvaggi, di Maurice Sendak 🏆

1964/ Età 4-8 anni

Premi

1964 Caldecott Medal — Picture Book (Winner)
2009 Indies Choice Book Award — Picture Bk Hall of Fame (Finalist)

Questo libro, pubblicato nel 1963, vincitore del premio Cadelcott, è uno dei libri illustrati più letti nel mondo.

Sicuramente è un capolavoro, ma non è un libro facile. Non è uno di quei libri che piace a tutti i bambini.

Un educatore e critico lo ha definito “impenetrabile”, creato per bambini, ma che riflette la rabbia dello scrittore e illustratore.

Come il personaggio del libro, Max, che risolve la sua rabbia nella battaglia per crescere. Un protagonista in cui i bambini si possono identificare.

Il libro narra la storia fantastica di un ragazzo Max, un bambino con un costume da lupo, che fa la rivoluzione nella sua casa. Dopo aver cercato di cacciare il cane di casa con una forchetta, viene mandato in punizione nella sua stanza senza cena.

La mamma lo chiama “mostro selvaggio” e lui le risponde…..che l’avrebbe mangiata! E qui inizia un viaggio magico.

mostri 2Pin

La sua stanza si trasforma in una foresta, che fa scomparire le pareti. Poi compare un lago, che si trasforma in un mare sconfinato.

mostri 3Pin

Allora Max trova una barca e parte per il suo viaggio.

mostri 4Pin

Raggiunge un paese popolato da creature spaventose e giganti, i mostri selvaggi. I mostri farebbero paura a qualsiasi bambino, ma non a Max.

mostri 6Pin

Dopo una serie di avventure Max ne diventa addirittura il re, il “mostro più selvaggio di tutti”.

Ma la nostalgia prevale e, dopo un viaggio nel mare immaginario della sua fantasia, ritorna alla sua camera dove trova la cena…ancora calda.

mostri 6Pin

Max cresce trasformando la sua frustrazione nella fantasia e imparando che nulla lo separerà mai dall’amore dei genitori.

Una curiosità. Inizialmente Sendak voleva mandare Max nel “paese dei cavalli selvaggi “, ma si rese conto di non saper disegnare questi animali.

Così, per nostra fortuna, decise di cambiare i personaggi..

Inizialmente si pensava che il libro inquietasse troppo i bambini e fu bandito da molte biblioteche. Le critiche iniziali furono negative e le vendite scarse.

Secondo i genitori e la critica non era educativo un libro che illustra una madre che perde le staffe e un bambino che le urla contro e scappa di casa.

Ma ben presto ci si accorse che i bambini continuavano a leggerlo, non volevano mai restituirlo alle biblioteche, e le vendite iniziarono diventando uno dei libri più venduti di sempre.

Puoi vedere un video del libro qui:

Viaggio, Scoperta, Ritorno. La trilogia di Aaron Backer.

Tre libri, tre gioielli, tre albi senza parole di Aaron Becker, che Feltrinelli ha pubblicato in Italia, che ci regalano tre viaggi avventurosi e imprevedibili.

Tutti e tre insieme  scandiscono e chiudono il ciclo della storia. Viaggio, Scoperta e Ritorno, letti in quest’ordine preciso, raccontano un’avventura senza uso di parole ma con la magia potentissima e illimitata di immagini scintillanti di colori, stravaganti di particolari e lussureggianti tesori.

immagine trilogy backerPin

I tre libri della trilogia.

Viaggio (The Journey), il primo e più famoso silent book, quello che dà il via all’esperienza fantastica della bambina protagonista, uscito nel 2014 e rimasto a lungo in cima alle classiche dei più venduti del “New York Times”.
Ha vinto la famosa Cadelcott Medal, il più prestigioso premio americano dedicato ai libri per bambini.

Scoperta, del 2015, in cui la ragazzina avrà al suo fianco un alleato pronto a fronteggiare con lei nemici e avversità e

Ritorno, del 2016, dove troveremo anche un papà impreparato catapultato in questo mondo inimmaginabile e il rientro finale nella realtà, ma profondamente diversi.

Le tavole realizzate da Becker sprigionano colori vividi e avvolgenti, frutto di una maestria nella tecnica dell’acquerello, con i quali descrive luoghi grandiosi, ricchi di dettagli e pieni di vita. 

grande cittàPin

I volti e le espressioni sono invece sempre poco caratterizzati, a volte persino non visibili: la narrazione è, infatti, affidata alla spettacolarità delle ambientazioni, presentate con straordinarie prospettive cinematografiche che segnano e accompagnano il ritmo della narrazione, serrato come nelle migliori avventure.

L’interpretazione e le molteplici letture che questi libri offrono,  a chi ha la fortuna di sfogliarli, l’opportunità di entrare in un magico mondo dove il colore diventa strumento delle più potenti “armi” contro la noia: l’immaginazione e la meraviglia. 

L’autore della trilogia senza parole,  Aaron Becker, nato e cresciuto negli Stati Uniti, ma si può dire che la sua formazione sia in realtà legata ai numerosi viaggi compiuti, “zaino in spalla”, in giro per il mondo. Un’esperienza di vita riscontrabile nel suo lavoro, sia nelle tematiche che nei dettagli e nei riferimenti visivi a diverse culture, che vanno a popolare la sua opera. Becker creativo e visionario, noto anche per la sua esperienza nel settore cinematografico e per aver lavorato per studi di animazione rinomati quali Disney e Pixar.

Viaggio, di Aaron Becker 🏆

2013 / Età 4 – 8 anni

Premi

2014 Caldecott Medal — Picture Book (Honor Book)

L’autore crea un mondo tridimensionale e magico che si fonda nello spazio di una trama complessa. Non ci sono parole, ma c’è una storia articolata da cogliere nei disegni, nei particolari ai margini, tra le pieghe e i segni dell’inchiostro.

Siamo in un mondo grigio marrone che sembra soffocare o rifiutare la piccola bambina dal monopattino rosso.

bambina e monopattinoPin

E’ una bambina sola, incompresa ma possiede un pastello rosso.

bambina con pennarelloPin

grazie al quale può accedere ad un mondo colorato, magico e fantastico, iniziando così una rocambolesca avventura con ritmi incalzanti.

bambina lanternePin

Attraverso il bosco di lanterne fatate e poi lungo un fiume la piccola entra in una città-fortezza.

fortezzaPin

poi cavalca i venti su una mongolfiera e assiste alla caccia di un misterioso uccello viola, l’avventura diventa azione come se la bambina percepisse un legame con l’uccello rinchiuso nella gabbia dorata.

bambina libera uccelloPin

La convulsa situazione fa sì che la piccola liberi l’amico a costo della propria libertà, ma ancora una volta  la situazione cambia: siamo in fuga su un tappeto volante su un deserto infuocato al tramonto.

tappeto volantePin

Infine una porta attraverso cui la bambina ritorna al grigiore del mondo iniziale, ma con un amico in più.

bambina incontra amicoPin

Già c’era in prima pagina, ma che solo ora si può riconoscere: è l’amico con il pastello viola.

Puoi vedere un video del libro qui:

https://youtu.be/DRsmuveKWuk

Scoperta, di Aaron Becker ✯

2015 / Età 4-8 anni

Premi

2014 Kirkus Reviews — Starred Review – Children
2014 Publishers Weekly — Starred Review
2014 Booklist — Starred Review

Questo libro ci fa ritrovare la coppia di amici formatasi alla fine di Viaggio.

bambini e porta magicaPin

Pronti per sgattaiolare in una nuova impresa dalle tinte accese. Muniti di due preziosi pastelli magici – uno rosso e l’altro viola.

re catturatoPin

Un re dalla lunga barba bianca, sbucato da una misteriosa porta sotto un ponte, affida alla protagonista e al suo nuovo amico una missione, poco prima di venir catturato da un manipolo di soldati.

paesaggio fantasticoPin

Seguendo la mappa che il re gli ha consegnato, i due ragazzini si rituffano nell’incantato e pericoloso mondo in cui si sono conosciuti.

bambini in pontePin

Alla ricerca di tutti i colori dell’arcobaleno.

seguendo l'arcobalenoPin

Questo secondo volume di Aaron Becker fa dell’avventura condivisa il suo punto di forza. A ogni pagina è l’immaginazione congiunta dei due amici, che con i loro pennarelli magici disegnano le soluzioni per avanzare, esplorare o salvare la pelle, a consentire lo sviluppo della storia e il chiudersi del cerchio. Senza fronzoli o moralismi, è semplicemente la forza dell’unione a vincere grazie a un’impresa rigorosamente a due.

Puoi vedere un video del libro qui:

Ritorno, di Aaron Becker ✯

2016 / Età 4-8 anni

Premi

2016 Publishers Weekly — Starred Review
2016 Junior Library Guild — Selection
2016 School Library Journal — Starred Review

L’ultimo capitolo che va a concludere la trilogia è Ritorno. La storia riprende ancora una volta i capitoli precedenti, ma stavolta vede il papà della bambina protagonista, che scopre la porta magica.

padre scopre porta magicaPin

Entra così nel mondo fantastico alla ricerca della figlia fuggita di casa.

padre cerca figliaPin

La trova, ma dovrà combattere al suo fianco contro i nemici del regno e la terribile macchina che imprigiona i colori e le loro creature.

padre e figlia scappanoPin

Durante un viaggio sottomarino, padre e figlia scopriranno in una grotta antiche incisioni che suggeriscono la strategia per liberare i colori e ritrovare la complicità perduta.

sottomarinoPin

Un albo illustrato da leggere attraverso le immagini, alla scoperta di sempre nuovi particolari. Una fiaba che parla dell’affetto tra padre e figlia, uniti in difesa della libertà e della fantasia. Due valori che ricordano proprio l’importanza di saper viaggiare, di poter scoprire e, estremamente arricchiti, ritornare.

Puoi vedere un video del libro qui:

Toh un cappello, di Jon Klassen ✯

2016 / Età 3-6 anni

Premi

2016 Publishers Weekly — Starred Review
2016 Booklist — Starred Review
2016 School Library Journal — Starred Review

Due tartarughe passeggiando trovano un cappello. Però inizia il primo problema. Sono in due.

cappello 1Pin

Poi lo provano e sta bene a tutte e due.

Pin

Ma chi lo tiene? Meglio dimenticarlo. O provarci…. magari pensando al bellissimo tramonto vero? O a qualcos’altro ….

cappello 4Pin

L’ ambientazione sembra quella di un deserto assolato con cactus, colori molto caldi, tecnica anche del collage.

Storia semplice. Di amicizia e condivisione, facilissima da seguire e ricordare anche per un bambino piccolo.

Puoi vedere un video del libro qui:

https://youtu.be/W2xL_z9dKrA

Altri libri dello stesso autore:

Dove sono tutti, di Remy Charlip

2019 / Età 3-6 anni

Questo libro inizia così: 

“Ecco un cielo vuoto” – pagina bianca.  “Un uccello vola su nel cielo” – entra in campo la prima figura. 

dove sono 1Pin

“Il sole brilla nel cielo” – la seconda figura. 

“Ecco le colline proprie sotto il cielo” – una lunga linea ondulata attraversa la pagina, dividendola in una parte alta e bassa.

dove sono 2Pin

E via di seguito: un fiume, un pesce nel fiume, un albero, una foresta, una strada, una casa, un cervo. 

Le pagine si susseguono con tratti lineari e semplicissimi  in cui di volta in volta si aggiunge un elemento. Sfondo  sempre identico, linee e nomi che si assommano.  

E’ l’alba di un mondo che vediamo crescere pagina dopo pagina.

Puoi vedere un video del libro qui:

https://youtu.be/3tVsLLoyBLU

Another, di Christian Robinson ✯

2019 / Età 2-6 anni

Premi

2019 Kirkus Reviews — Starred Review – Children
2019 Publishers Weekly — Starred Review
2019 BookPage — Best Picture Books

Un libro illustrato da Christian Robinson, un disegnatore vincitore del premio Caldecott, uno dei più prestigiosi premi americani della letteratura per l’infanzia.

Non vi sono parole, solo immagini. 

Cosa succede se si entra in un’altra prospettiva? Si scopre un mondo parallelo? Un altro io?

La storia è avvincente e facile da seguire e da commentare insieme al bambino.

Una bambina dorme con il suo gatto, al buio della sua stanza. Il suo piccolo giocattolo, un topolino, è ai piedi del letto.

Pin

Da un foro bianco della parete della sua camera appare un altro gatto, come il suo, che ruba il giocattolo.

Pin

La bambina e il suo gatto iniziano a seguirlo.

Pin

La bambina entra nel foro, e in un nuovo mondo bianco. Ma perchè ha le treccine all’insù?

Pin

Perchè ora bisogna capovolgere il libro per continuare la storia e seguire il gatto nel suo mondo.

Pin

Si entra in fori che sono come “porte” verso un altro universo.

Non è il solo cambiamento che si fa. Ecco perchè questo libro è così diverso, originale. 

Ad un certo punto il libro va messo in verticale, per seguire il gatto lungo le scale.

Pin

Poi si rigira il libro.

Pin

Il gattino che ha rubato il topino è sempre  in posti inusuali.

Pin

Anche in mezzo a tanti altri bambini. Ogni bambino ha un altro “lui” , un gemello, vestito con colori diversi, come in un mondo parallelo.

Potete giocare con il vostro bambino a trovarlo.

Poi succede qualcosa di inaspettato. Il gatto è con un’altra bambina. Uguale. Come lei.

Pin

E la storia continua.

Puoi vedere un video del libro qui:

Altri libri dello stesso autore:

A caccia dell’orso, di Michael Rosen 🏅

1989 / Età 3-6 anni

Premi

1989 ‘Honor Book’ in the Boston Globe–Horn Book Awards.

Un libro imperdibile, irrinunciabile secondo il catalogo Nati per Leggere.

Pluripremiato, come gli autori Michael Rosen e Helen Oxembury, è uno dei best seller mondiali della letteratura per l’infanzia.

Non è un libro da leggere solamente, ma da cantare, da recitare, con sempre più suspence mano a mano che le pagine avanzano.

caccia all'orsoPin

Una famigliola, un padre con un neonato sulle spalle e tre bambini, e il loro cane decidono allegramente di partire per un’avventura fantastica e molto pericolosa. Una caccia all’orso. Non hanno fucili o altro, ma solo un bastoncino.

orso 2Pin

Ma ad ogni pagina vi sono nuovi ostacoli, come il fiume, o la foresta e altri, da affrontare.

orso 3Pin

L’ultimo ostacolo è la caverna dell’orso, che non sembra molto ben disposto ad essere catturato…

sonno 4Pin

La combinazione del testo in rima e le illustrazioni è perfetta e originale.

Vi è una doppia pagina in bianco e nero, con l’immagine dell’ostacolo da superare, dipinta con acquarello in bianco e nero.

Nella pagina di destra vi è la filastrocca che si ripete uguale: “A caccia dell’orso andiamo. Di un orso grande e grosso. Ma che bella giornata! Paura non abbiamo.”.

Nella pagina di destra un testo che si adatta ai vari ostacoli, ad esempio nel caso del campo: “Oh oh! Un campo! Un campo di erba frusciante! Non si può passare sopra. Non si può passare sotto.” cosa si fa? “Oh no! Ci dobbiam passare in mezzo!”

Si volta pagina e si trova una ricca figura completa a colori del campo da affrontare, con i rumori della famiglia mentre affrontano il percorso: ““Svish svush! Svish svush! Svish svush!”. Non ci si ferma mai davanti agli ostacoli.

E ogni capitolo, ogni ostacolo da affrontare, viene descritto in questo modo. Davvero viene spontaneo cantare e recitare.

Mano a mano che ci si avvicina alla caverna dell’orso, i colori diventano più scuri, aumentando la drammaticità del racconto. Anche le espressioni del volto dei personaggi sono molto suggestive, ed esprimono di volta in volta gioia, paura, preoccupazione, delusione, ecc..

Puoi vedere un video del libro qui:

Altri libri della stessa illustratrice:

Roar come diventare un leone, di Jon Agee 🏅

2016 / Età 4-7 anni

Premi

2016 School Library Journal — Starred Review
2018 Georgia Children’s Book Award — Picture Book (Nominee)
2019 Beehive Award — Picture Books (Nominee)

di Jon Agee

leone 1Pin

Ci vuole davvero un bel coraggio e un grande impegno per provare a seguire il corso per diventare leone. E poi prendere un diploma.

leone 2Pin

Questo bambino ce la mette davvero tutta per allenarsi e superare tutte le prove, con esiti esilaranti.

leone 3Pin

Inoltre l’insegnante è un vero professionista, e molto esigente.  Infatti come prima prova ci sono gli esercizi preparatori.

leone 4Pin

Sembra che proprio non ci sia niente da fare. Prova ruggito, prova corsa, proprio non ci siamo.

Però poi alla fine qualcosa fa scattare in lui una forza inaspettata.…

Puoi vedere un video del libro qui:

Martedi: spaghetti, di Eric Carle ✯

1993 / Età 2-5 anni

Premi

1993 Booklist — Starred Review

Numerose sono le competenze che questo libro può potenziare: la conoscenza dei giorni della settimana, della varietà dei cibi, del nome e dell’aspetto degli animali.

Pin

Sono contenuti che si ritrovano riuniti in una chiara e semplice sequenza che mette in primo piano l’animale e il cibo nominato dal testo verbale. 

Pin

Elencare i giorni della settimana è un esercizio utile per aiutare i bambini ad apprenderli, che richiede una buona padronanza della lingua e la capacità di enumerare gli eventi e di pensarli seguendo una linea temporale.

Pin

Le immagini sono a collage, realizzate da Eric Carle con la meravigliosa tecnica delle carte dipinte a mano e poi ritagliate che lui stesso ha creato e che gli consente di raggiungere effetti di straordinario fascino.

Puoi vedere un video del libro qui:

Non voglio essere una rana, di Dev Petty 🏅

2015 / Età 4-7 anni

Premi

2017 Beehive Award — Picture Book (Nominee)
2018 Georgia Children’s Book Award — Picture Book (Nominee)
2019 California Young Reader Medal — Primary (Nominee)

Non voglio essere una rana !!

rana 1Pin

È la storia simpatica di una piccola rana che vuole essere tutto… Meno che è una rana.

E vuole essere diversi animali. Ad esempio un coniglio perché riesce a saltare.

rana 2Pin

Proprio non gli piace essere una rana, l’ambiente troppo umido, Non gli piacciono gli insetti eccetera eccetera

È divertente ascoltare anche le rassegnate spiegazioni del papà con i motivi più diversi per i quali il piccolo è una rana e non può essere tutti gli altri animali.

rana 3Pin

Niente da fare. Non riesce a convincerla ad accettarsi come rana.

Però poi alla fine c’è qualcun altro che gli fa cambiare idea …..

Puoi vedere un video del libro qui:

I tre piccoli gufi, di Martin Waddell

1992 / Età 2-5 anni

Questo libro, scritto da Martin Waddell, (che ha vinto il premio Hans Christian Andersen) e illustrato da Patrick Benson, è un bestseller nel mondo dei libri per bambini.

Il tema del libro è quello del del distacco, dell’ansia da separazione dalla mamma.

Si tratta di un libro cartonato, quindi molto resistente a prova di bambino.

Pin

È la storia di tre piccoli gufi che, in mezzo al bosco, una notte si svegliano senza la loro mamma.

Pin

È si chiedono dove può essere andata.

Pin

Quindi la trama è molto semplice ma avvincente, adatta anche ad un bambino piccolo.

Pin

È bello vedere come i tre fratellini si sostengono e si aiutano a vicenda.

Pin

Fino alla conclusione naturale. Al ritorno della mamma della caccia. 

Pin

Ecco che allora la paura del distacco, dalla mamma, tipico di tanti bambini in età prescolare, viene affrontata in modo leggero e con un lieto fine.

Per molti bambini lasciare la mamma, ti esempio per andare all’asilo, non è facile, è una dura prova.

Soprattutto per i bambini più piccoli che, come fa il più piccolo dei gufi, ripetono continuamente “voglio la mamma”.

Il messaggio finale di questo libro è che poi la mamma torna, torna sempre.

Puoi vedere un video del libro qui:

La signora Meier e il merlo, di Wolf Erlbruch

1997 / Età 4-8 anni

Questo libro narra una storia fantastica con personaggi comuni, familiari per il bambino, una signora, suo marito e un uccello.

Già dai 4 anni i bambini possono ascoltare con attenzione storie anche piu’ complesse, con una discreta quantità di testo rispetto alle immagini. Le immagini sono molto particolari, suggestive.

Per queste illustrazioni, con dettagli molto curati, l’artista ha adottato diverse tecniche, anche di collage, con un effetto surrealista, Per questo motivo l‘autore tedesco Wolf Erlbruch ha vinto il premio H.C Andersen per l’illustrazione, il piu’ prestigioso premio internazionale, il nobel della letteratura dell’infanzia. Nel 2017 ha vinto anche il prestigioso premio Astrid Lindgren Momorial Award.

Credo che dobbiamo abituare i nostri bambini a queste bellissime forme d’arte, davvero lontane anni luce dalla banalità delle illustrazioni degli albi di cui siamo circondati.

meyer 1Pin

La storia. La protagonista è la Signora K, una persona che esiste realmente e abita nella città dell’autore. La Signora K è sempre indaffarata ed ha continui pensieri e preoccupazioni. Non per se, ma sempre per gli altri. Il vestito sarà bene stirato ? Il dolce sarà ben cotto ?

Addirittura i suoi pensieri la portano a pensare a situazioni inverosimili. Per esempio vede un aereo e pensa: se cade nel giardino, riusciro’ ad accogliere e curare i superstiti.

meyer 2Pin

E allora va in casa a contare i cerotti e le bende. Se il sole scompare mio marito come farà a stare al caldo ? E allora bisogna fare un maglione di lana, meglio due. Il marito al contrario è di una tranquillità assoluta, sempre sorridente.

meyer 3Pin

Un giorno, in mezzo agli ortaggi, la Signora K trova un piccolo uccellino appena nato. Che gioia, finalmente puo’ davvero occuparsi di qualcuno. E cosi’ la storia continua fino al finale veramente sorprendente e divertente.

Un libro ricco di poesia e di suggestione, che incanta. Che esprime la potenza dell’amore verso il prossimo.

E’ un libro ideale da leggere al tuo bambino, perchè viene spontaneo interpretare e recitare il ruolo della signora K, con le sue emozioni.

Sicuramente anche noi genitori, come la signora Meyer, abbiamo molte inquietudini. E magari dobbiamo anche insegnare a volare ai nostri bambini. Questa storia è anche ideale per la lettura dialogica, per tutte le domande e risposte e riflessioni che suscita.

Puoi vedere un video del libro qui:

Altri libri dello stesso autore:

L’onda, di Suzy Lee 🏆

2008 / Età 4-8 anni

Premi

2009 Capitol Choices: Noteworthy Books for Children and Teens — Up to Seven (Recommended)
2009 Indies Choice Book Award — Picture Book (Honor Book)
2010 Nevada Young Readers’ Award — Picture Book (Nominee)

Questo è un libro senza parole. Solo immagini molto particolari e evocative.

Questo libro ha vinto nel 2008 il premio come miglior libro illustrato, assegnato ogni anno dal New York Time.

La tecnica dell’artista coreana Suzy Lee è inusuale. Nella tavola di sinistra, disegnata con carboncino, troviamo la bambina e i gabbiani, con un paesaggio stilizzato.

onda 2Pin

Dapprima con timore, poi sempre più coraggiosamente, questi personaggi si confrontano e “sfidano” l’oceano con le sue onde di acquarello azzurro, situato sulla tavola destra.

onda 3Pin

Sono separati dapprima dalla rilegatura centrale del libro, a volte con parti di bambina e gabbiani che sembrano scomparire. Attenzione. Sembra un errore di stampa, ma è un effetto voluto.

onda 4Pin

Quando la bambina e i gabbiani trovano il coraggio per spostarsi nella tavola destra, il tutto cambia.

Come molti libri senza parole, anche questo invita a passare momenti belli di interpretazione insieme al bambino, inventando delle storie e dei particolari diversi, ogni volta che si condividono insieme.

Puoi vedere un video del libro qui:

Cane Nero, di Levi Pinfold 🏆

2012 / Età 4-8 anni

Premi

2012 Kirkus Reviews — Starred Review – Children
2012 Publishers Weekly — Starred Review
2013 Greenaway Medal — Illustrator (Winner)

Già dai 5 anni il bambino impara ad amare le storie fantastiche e le illustrazioni molto complesse, ricche di particolari, che puo’ guardare bene per scoprirvi oggetti e animali nascosti.

Le figure di questo libro dell’illustratore-pittore pluripremiato Levi Pinfold, libro vincitore della Greenway Medal, sono perfette.  Hanno una qualità molto elevata, in stile pittorico, realistiche, con un impatto visivo sorprendente, ricche di particolari.

cane nero 1Pin

I volti umani sono molto espressivi, con le figure che hanno proporzioni appena distorte per sottolineare la tensione della storia. Molto interessante, nelle prime pagine, l’accorgimento, quasi cinematografico, delle piccole scene in bianco e nero, e del testo, nella pagina di destra, con l’illustrazione a colori in quella di sinistra, che descrive ogni protagonista mentre guarda il misterioso cane nero.

La storia è quella di una famiglia che vive in una casa in mezzo ad un bosco. Un cane nero arriva fino alla porta di casa, e diventa apparentemente sempre piu’ grande mano a mano che i protagonisti lo vedono.

cane 2Pin

Questo è un chiaro riferimento alle nostre paure, che nel subconsio si ingrandiscono a dismisura.

Il coraggio e l’astuzia della figlia piu’ piccola, che esce dalla casa e si trova di fronte all’enorme cane, fa prendere una svolta inaspettata a questa storia fantastica, ricca di simbolismi.

cane 3Pin

Molto suggestiva la figura centrale a doppia pagina con il cane enorme che la occupa tutta, e la piccola bambina, veramente minuscola, in cappotto giallo.

cane 4Pin

Questo libro ci trasmette il messaggio che per vincere le paure, il modo migliore è conoscerle e affrontarle. Ma ognuno ci può trovare un significato diverso.

Credo davvero che questo sia un libro che lascia qualcosa alla fine della lettura, sia al bambino, sia a chi lo legge con lui. Sicuramente ci lascia l’emozione e il calore di una bella storia.

Puoi vedere un video del libro qui:

No, di Claudia Rueda 🏅

2011 / Età 2-5 anni

Premi

2012 Premio Nati per Leggere (Winner)

No! Ovvero, quando una testarda piccola orsa non vuole andare in letargo!

Tutti i bambini di questa età amano conquistarsi i loro spazi, essere sempre più autonomi.

Immagino che sentirai centinaia di volte la parola “no!”

Questa parola è quella che dice continuamente questo piccolo orsetto grigio, in questo libro di Claudia Rueda, che ha vinto il premio Nati per Leggere 2012, Sezione Nascere con i libri.

Pin

Nonostante sia inverno e nevichi, e le dolci richieste e spiegazioni della mamma, l’orsetto non ne vuole sapere di smettere di giocare, esplorare.

“È ora di dormire piccolo mio” – “ma io non ho sonno mamma”.

Quante volte hai sentito questa risposta dal tuo bambino-orsetto?

Pin

E allora nevica, ma l’orsetto gioca felice, addirittura fa un pupazzo di neve. Non ne vuole sapere di andare nella loro e mettersi al caldo tra le zampe della mamma.

Allora mamma orsa, saggia e astuta, rispetta la sua decisione. Sembra dire: ok è giusto che fai le tue esperienze e impari ad essere autonomo.

Non urla, non vieta, non impone.

Aspetta.

Però poi la neve soffice diventa una pericolosa tormenta ventosa. E l’orsetto si trova solo… Allora cosa farà?

La scusa finale per mettersi in salvo è un capolavoro di ironia e inventiva, tipico dei nostri bambini a questa età.

Le immagini dell’illustratrice….. sono semplici e essenziali. Spesso in prospettiva in cui l’orsetto è la mamma sembrano figure ritagliate.

Solo pochi colori con variazioni azzurro, marrone e bianco. L’atmosfera invernale è creata alla perfezione.

È piacevole anche toccare le pagine, con alcuni spazi lucidi che fanno risaltare i due protagonisti.

Puoi vedere un video del libro qui:

Povero Winston, di Pamela Duncan Edwards

2012 / Età 3-6 anni

Il tuo bambino, dall’età di tre anni circa, è attratto molto dalle illustrazioni anche complesse, con molti particolari da poter cercare (ad esempio un gattino sull’albero, o un topino nascosto).

Inoltre, queste figure si prestano anche alla lettura dialogica con il genitore. Infatti ci si può scambiare delle impressioni sull’immagine, o si può giocare a trovare un oggetto o animale.

A questa età il tuo bambino è in grado di interpretare le emozioni di gioia, o di preoccupazione o di tristezza, dalle espressioni del volto. Queste caratteristiche si trovano in questo libro degli autori pluri premiati Pamela Duncan Edwards e Benji Davies.

Il protagonista è un cagnolino, molto triste e lamentoso per la sua spina nella zampa.

winston 1Pin

Nel suo viaggio verso il veterinario incontra diversi amici cani che hanno disavventure incredibili e divertenti.

winston 2Pin

Ma Winston non pensa ad altro che alla sua spina, che descrive in termini sempre piu’ esagerati. Infatti é convinto di essere il cane piu’ sfortunato del mondo. In ogni scena, mentre il suo amico magari viene scaraventato in aria e rischia di essere mangiato da coccodrilli, Winston, anche con orgoglio, dichiara tutta la sua sfortuna..

E cosi’ via fino alla sorpresa finale.

Le immagini sono ricche di particolari da trovare, ad esempio sono sempre presenti dei topini indaffarati.

Puoi vedere un video del libro qui:

Altri libri dello stesso illustratore:

Il Gruffalò, di Julia Donaldson🏅

1999 / Età 2-6 anni

Premi

2000 Buckaroo Book Award — Children’s (Nominee)

Il Gruffalò è una storia semplice, divertente, in rima. E un classico della letteratura fantasy per i bambini, ed è uno dei libri “irrinunciabili” del catalogo di Nati per Leggere.

Per il bambini che hanno letto poco, o nulla, dai 2 anni in poi, questo libro probabilmente saprà coinvolgerli, con il vostro aiuto.

Un topolino coraggioso e molto astuto.

E un mostro immaginario …. o reale?

Da che età è adatto questo libro? Come si legge?

Come ogni libro di qualità, si può leggere a tutte le età, ma Il Gruffalò è particolarmente adatto dai 2-3 anni in su.

Infatti a partire dai due anni circa, il tuo bambino amerà le storie con trame semplici, soprattutto se sono in rima, perchè questo facilità la memoria e la ripetizione delle frasi.

Inoltre, egli inizia a apprezzare delle illustrazioni più complesse, in cui puo’ indicare dei particolari.

Puoi già cominciare l’importante pratica della lettura dialogica. Cioè a parlare con lui mentre leggi il libro e a chiedergli delle cose, come ad esempio: “dov’é il topino”, “cosa fa la volpe ?” ecc…

Per questo motivo questo libro è adatto alla lettura ad alta voce, e la composizione delle pagine di Il Gruffalò è adatta per creare un clima di attesa, suspence e sorpresa.

La storia.

La storia inizia con un piccolo topolino che passeggia nel bosco, e che, per evitare di essere mangiato da diversi animali della foresta, racconta di avere un appuntamento con un amico immaginario, un terribile mostro di nome Gruffalò.

foto da il GruffalòPin

Molto divertenti, e in rima, sono gli incalzanti scambi di battute tra il predatore e l’astuto topolino, che non ha paura e descrive, sempre meglio, gli aspetti terribili del suo amico mostro.

Pin

Avendo caratteristiche spaventose, il solo nominarlo fa fuggire tutti i predatori, fino a quando…

… ma allora esiste il Gruffalo !!

E la storia prosegue fino alla sorpresa finale.

Il topolino è sempre in pericolo, ma il suo volto non è spaventato e il bambino rimane piuttosto colpito dal suo coraggio e intelligenza.

Come gli altri libri di Julia Donaldson, il testo del libro Il Gruffalò ha una struttura ripetitiva, con frasi brevi e in rima, e invoglia il bambino a chiedervi di ripetere la lettura molte volte.

Va bene così. La ripetizione lo aiuta nella memorizzazione della storia.

Autore e Illustratore.

Il libro è stato scritto dell’autrice inglese Julia Donaldson e e illustrato da Axel Scheffler, entrambi pluripremiati. 

La storia insegna che l’astuzia vince sulla forza.

Il mostro in realtà è divertente, tenero e non fa paura a nessuno.

Puoi vedere un video del libro qui:

https://youtu.be/kc5DOTFlG6w

Altri libri dello stesso autore:

Il bambino da 3 a 5 anni. Sviluppo e Consigli Lettura

Cosa fa il bambino a 3 anni?

Qual’è la sua manualità?

Il bambino in grado di tenere bene una matita, nella mano preferite, tra le prime due dita il pollice,  e la utilizza per disegnare e ama scarabocchiare con un buon controllo.

Può copiare dei cerchi o anche delle lettere, e riesce ad imitare una croce. Impara a disegnare una persona con la testa con sotto una linea o due, per rappresentare le parti del corpo.

Allora ne puoi già approfittare per mostrargli delle semplici figure di un libro, e giocare a copiarle insieme.

Conosce i colori. Può già giocare e dipingere con qualche colore semplice, di solito il rosso e il giallo, ma può confondere il blu e il verde. Può conoscere il nome dei colori.

Come comunica e ragiona?

 Il vocabolario aumenta sempre, e i suoi discorsi sono ormai compresi bene anche dagli estranei.

Il bambino è grado di dire il suo nome, il sesso, e a volte l’età. Utilizza i pronomi personali e i plurali abbastanza correttamente. Però le sue frasi possono avere degli errori, e delle forme grammaticali non corrette.

Anche per questo motivo la lettura ad alta voce, condividendo un buon libro, è molto utile per correggere gradatamente la correttezza del suo linguaggio.

Inoltre il bambino è capace di descrivere brevemente le attività che sta facendo, e le esperienze passate. Pone diverse domande, iniziando con che cosa?, Dove?, Chi?

Ecco che allora la lettura di una storia anche più complessa diventa molto coinvolgente, con domande e risposte continue.

Al bambino piacciono sempre le filastrocche in rima, che inizia di imparare a memoria e a ripetere, anche cantando. Come gioca e socializza?

Poi gli piace aiutare gli adulti con le attività domestiche, come il giardinaggio, lo shopping, la cucina, e altro.

Ama fare dei giochi di finzione, di esempio far finta di cucinare, o giocare con dei giocattoli, di piccoli animali, e può anche inventare delle persone e degli oggetti, e costruirci nua storia

Ecco che allora la lettura di libri, con storie anche fantastiche, lo aiutano a sviluppare la sua fantasia e creatività.

Inoltre gi piace molto giocare con altri bambini e esprime bene i suoi sentimenti, gioia, tristezza, anche di affetto, a volte di gelosia, per esempio verso i fratelli più piccoli.

Inizia di imparare il concetto di tempo, cioè la differenza tra presente e passato.

Qui trovi altre notizie sullo sviluppo di un bambno dai tre anni in su.

Cosa fa un bambino di 4 anni?

Come disegna?

Il bambino utilizza le matite e colori con un buon controllo, in un modo simile all’adulto.

Poi copia delle croci e lettere. Inoltre disegna una persona con la testa, le gambe e il tronco e spesso anche con le braccia e le dita.

Può disegnare anche una casa o altri oggetti.

Riesce a riconoscere e a nominare i quattro colori primari correttamente.

Come comunica?

 A questa età il bambino parla in modo corretto e completamente comprensibile. Riesce a parlare degli eventi e esperienze recenti.

Durante la lettura dei libri il bambino fa continuamente delle domande e chiede il significato delle parole.

Inoltre ascolta delle lunghe storie, che è in grado anche di ripetere. Può conoscere diverse filastrocche, che sono ripetute o cantate correttamente.

Come gioca e socializza?

Gioca bene con gli altri bambini, ma può anche discutere e contrattare i gli altri bambini, ad esempio se si vuole lo stesso giocattolo.

I giochi di finzione sono sempre più sofisticati. Il bambino comincia a mostrare senso dell’umorismo nel parlare e nelle attività.

Mostra interesse e preoccupazione per i fratelli più piccoli, e simpatia per i bambini o compagni in difficoltà. Capisce il concetto di passato presente e futuro.

Poi inizia copiare le lettere e i numeri Durante la lettura il bambino è grado di correggerti se salti la pagina, o se leggi in modo non corretto,

Quali Libri e come leggere con il bambino da 3 a 5 anni?

Quali libri leggere?

 Il bambino è molto attento alle illustrazioni, quindi si possono proporre dei libri con illustrazioni molto curate, di alta qualità. Anche complesse e ricche di particolari.

L’immaginazione la fantasia del tuo bambino si sta sviluppando, per cui vanno benissimo anche storie fantastiche con animali immaginari, o che parlano.

Inoltre vanno bene storie più complesse, con più testo,

Il bambino sta imparando il suono delle lettere delle parole. Ecco che allora vanno benissimo dei libri con poesie, rime, allitterazioni.

A questa età il bambino amarà sempre i libri che illustrano il mondo che sta intorno a lui, ricco di bambini e con immagini che mostrano le attività quotidiane.

Il bambino ha imparato ad affrontare le emozioni, i sentimenti, ecco che allora sono utili dei libri che parlano dell’esperienza e delle emozioni più comuni, come la rabbia, l’allegria, eccetera.

Inoltre durante la lettura il bambino partecipa alla lettura, e descrive cosa vede sulle immagini.

Ecco perché vanno benissimo anche dei libri senza parole.

Come leggere insieme?

Per il tuo bambino è molto importante vedere quello che fai.

Per questo motivo fatti vedere spesso mentre stai leggendo da sola.

Puoi interagire sempre di più mentre leggete insieme.

Inoltre, soprattutto dopo che un libro l’avete detto molte volte, chiedigli di raccontarti la storia.

A questa età si può già cominciare ad introdurre il libro, leggendo il titolo autore e illustratore, guardare la copertina, parlare di che cosa è libero può parlare, anche prima di leggerlo.

Per cominciare a fare comprendere  al tuo bambino la grammatica del libro, e la sua struttura, puoi tenere il tuo dito sotto il testo mentre leggi, facendo una pausa alla fine della frase.

Ultimo aggiornamento 2022-03-06 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API