Leggere ai bambini ad alta voce. Ma è davvero importante?

Aggiornato il


Per ricevere nuovi articoli e notizie: Iscriviti Qui alla Newsletter

Sono entrato da poco. Oggi è stata dura. Sono stanchissimo.

Luca, 3 anni, mi porta un libro. Non so se ho la forza di leggere. Magari un pò di TV?

Da qualche settimana vuole leggere solo quello: Canto di Natale. 

Ma il Natale è già passato da un pezzo!

Il mio pediatra mi ha detto che la lettura è importante, anche dello stesso libro. 

Ma sarà davvero così?

Non è sufficente che legga al nido?

No.

Anche solo 10-15 minuti ogni giorno di lettura insieme di un buon libro, a casa, sono cruciali per il suo futuro, e questo è stato dimostrato da diverse ricerche scientifiche.

Vediamo perchè.

Quali sono i benefici della lettura ad alta voce?

Leggere aumenta la sua immaginazione.

Quando inizi a raccontare una storia al tuo bambino iniziate insieme un viaggio straordinario. 

Infatti scoprirete mondi fantastici, o anche simili ai reali, attraverso le pagine dei libri.

Con la fantasia, incontrerete persone, e paesi e mondi che sono al di fuori della realtà concreta che il bambino conosce.

In questo modo egli impara a utilizzare e sviluppare la sua immaginazione, fantasia e creatività.  (1)

Ma fa bene anche a te.

In quei 10-15 minuti insieme spesso si dimenticano le preoccupazioni, il lavoro, le mail, ecc… ma conta solo il vostro viaggio insieme.

E questo ti ricarica di energia per affrontare, magari con idee nuove, gli impegni quotidiani.

Il bambino aumenta le suo conoscenze e migliora il suo vocabolario.

Con la lettura insieme di un libro, il tuo bambino aumenta le sue conoscenze del mondo che lo circonda.

Inotlre, le tante parole che sente, e che vede, lo aiutano a comprendere meglio il significato di vocabili anche non comuni e ad aumentare il suo vocabolario. (2) (3)

Il bambino usa la sua mente.

Ma non è meglio la TV? Magare con dei bei documentari di animali o natura? O le belle storie come cartoni animati? Sono molto più divertenti di un libro!

Lo so.

Siamo stanchi dopo una giornata di lavoro. Spesso non abbiamo la voglia o l’entusiasmo di leggere.

Magari potremmo mettere un bel programma TV e stare con lui.

Certo, non ci sono problemi a passare un pò di tempo così, ma se diventa un’abitudine non va bene, a mio parere.

Soprattutto se, come spesso succede, il bambino è lasciato da solo davanti alla televisione.

Quando è davanti alla TV, il bambino è solo uno spettatore passivo, che percepisce degli stimoli immediati e veloci.

Non gli resta quasi nulla da questa esperienza. Non può interagire. Subisce tutto quello che passa nello schermo.

Poi come, vedremo dopo, il linguaggio che ascolta è molto povero.

Quando invece gli leggi un libro, il bambino utilizza la sua mente, la sua fantasia, la sua creatività, per costruire delle immagini interiori di un mondo reale o fantastico.

Il bambino può avere un aiuto per affrontare situazioni difficili.

Soprattutto nel bambino piu’ grande, la lettura di un libro puo’ aiutarlo ad affrontare situazioni difficili.

Ad esempio nel caso di un trasferimento in altra casa o città o l’inizio della scuola, potete leggere insieme un libro su questi argomenti.

Il bambino capirà che il quel cambiamento non è un’eperienza drammatica e questo lo aiuta ad affrontare la sua ansia per la nuova situazione.

Quando leggete con lui gli trasmettete amore.

La lettura insieme al tuo bambino, seduti con lui in braccio o a letto vicini, è un modo meraviglioso di stare insieme.

E questo aiuta a rafforzare i rapporti reciproci di amore, a costruire un legame profondo di fiducia che durerà nel tempo.

Pensateci.

Con la lettura insieme il bambino tiene con sé l’adulto che egli ama.

In un modo totale, senza distrazioni, con partecipazione completa.

La tua presenza è per lui fonte di sicurezza e protezione.

La lettura con lui non lo renderà per forza piu’ bravo o ubbidiente.

Non è quello il suo scopo, ma è quello di raccontare, divertirsi insieme, emozionare.

Quando trovi il tempo per stare con lui e condividete  un libro, gli trasmetti il messaggio che leggere è bellissimo, eccitante.

Di conseguenza, tu lo aiuti ad amare i libri e, con il tempo, a leggerli da solo.

Perchè leggere ai bambini è fondamentale per il loro futuro scolastico.

Il bambino svilupperà un alfabeto e linguaggio migliore.

La lettura insieme al tuo bambino ha degli effetti dimostrati di aumentare e arricchire il vocabolario e stimola il linguaggio del tuo bambino.

Infatti quando leggete insieme un libro, il tuo bambino ascolta, e vede, parole e frasi piu’ complesse e strutturate della normale conversazione o della televisione.

In questo modo impara il linguaggio dei libri e le strutture grammaticali di una storia.

E questo lo aiuta ad esprimersi meglio, in modo corretto e articolato, sia quando parla, sia quando poi inizierà a scrivere.

E la qualità del suo linguaggio influenza anche la qualità e la organizzazione del suo pensiero, della sua intelligenza, la comprensione delle cose e l’apprendimento in generale. (4) (5)

Il bambino avrà le basi per imparare a leggere.

I bambini che hanno molte e buone esperienze di lettura a casa imparano il linguaggio scritto dei libri.

Quando gli leggi ad alta voce e condividi un libro con lui, stai mettendo le basi per la capacità di leggere (aumento conoscenze e vocabolario, conoscenza dell’alfabeto, delle lettere, delle parole, dei suoni delle varie lettere e parole, ecc..).

Puoi comprendere facilmente che questo, come le altre cose dette in questa pagina, è fondamentale per il suo successo scolastico. (6)

Se leggi regolarmente al tuo bambino, fin da piccolissimo, quasi tutti i giorni, egli arriverà in prima elementare con maggiori capacità, fantasia, creatività.

Di conseguenza, le sue maggiori conoscenze di base gli permetteranno di imparare a leggere, e a scrivere, piu’ facilmente.

Sempre però che questa attività sia fonte di piacere reciproco, non una imposizione.

Il bambino sviluppa capacità di ascolto e di concentrazione.

Spesso crediamo che il bambino impari ad ascoltare in modo naturale, istintivo.

Invece sono i genitori che creano questa capacità, parlandogli spesso o leggendogli dei libri.

La lettura al bambino aumenta anche i suoi tempi di attenzione, e questo è importante per sviluppare la sua capacità di concentrazione.

Come leggere al tuo bambino: consigli generali.

Quando possibile, é meglio leggere, anche per poco tempo, tutti i giorni, ad esempio dopo i pasti o prima di dormire.

In questo modo questa attività diventerà una routine piacevole per il tuo bambino, e per te, quindi piu’ facile da mantenere nel tempo.

Puoi anche approfittare dei momenti di attesa, inevitabili per tutti noi.

Ad esempio puoi mettere il libro preferito in borsa e leggerlo durante un viaggio, o in attesa dal medico, o in tante altre occasioni.

Non vi sono delle posizioni speciali.

L’importante è stare vicini, a contatto, e che il bambino riesca a vedere, e magari anche a toccare, il libro, che tieni in mano davanti a lui.

Ad esempio puoi stare seduta su una poltrona, con il bambino sulle tue ginocchia, avvolto dalle tue braccia che tengono il libro.

Oppure nel letto coricati insieme.

Esprimi entusiasmo

Quando leggi ad alta voce, cerca di esprimere il tuo entusiasmo, energia, passione.

Lo so che fare questo dopo una giornata di lavoro non è facile. Provaci.

Per fare questo leggetegli dei libri che vi piacciono, che a volte leggete o guardate anche voi da soli.

E’ quello che faccio anch’io quando devo scegliere un libro da consigliare ai genitori dei miei pazienti, o che voglio leggere al mio nipotino.

Varia il tono e velocità della voce.

Quando leggi cerca di rendere viva e appassionante la storia.

Cambia spesso il tono, il volume e la velocità della voce, cerca di interpretare i personaggi.

Per creare suspence puoi fare delle pause nelle situazioni importanti.

Puoi dare enfasi o preparare con domande misteriose il momento di voltare la pagina.

Cerca di capire quando é meglio smettere.

Quando leggete insieme al vostro bambino, non è necessario finire il libro.

Questo perché il bambino, soprattutto se molto piccolo, ha dei tempi di attenzione molto brevi, anche di pochi minuti.

Allora se vi accorgete che il bambino non vi segue, è stanco o sembra irrequieto, non riesce a stare fermo, meglio smettere.

Questo perchè non volete che il bambino abbia sensazioni o emozioni negative associate alla lettura.

Non forzatelo a leggere, quando vuole fare altre cose.

L’esperienza della lettura deve essere sempre un momento piacevole, di gioia.

Per questo motivo, scegli dei momenti in cui siete tutti e due tranquilli e senza impegni urgenti.

Come scegliere dei libri di qualità da condividere con il tuo bambino.

Quando leggi al tuo bambino, devi fare la scelta, non sempre facile, di libri adatti.

La loro qualità è l’aspetto piu’ importante.

Per questo motivo, in questo sito, ho scelto di presentare solo dele liste di libri che ho letto personalmente, la maggior parte scritti da autori selezionati per i piu’ importanti premi letterari della letteratura giovanile.

Di conseguenza i libri che trovate elencati qui non sono tanti, ma potete essere sicuri che sono sempre delle ottime scelte, belli, di alto valore artistico e letterario e sono quelli che io raccomando ai genitori dei miei pazienti.

Un’altro modo di trovare ottimi libri è quello di guardare i siti delle associazioni nazionali che promuovono la lettura ai bambini.

Ad esempio i cataloghi di Nati per Leggere.

Oppure i vincitori del premio Andersen. 

Non comprate dei libri di bassa qualità.

Data l’importanza straordinaria, e anche l’impegno che vi richiede, della lettura al vostro bambino, dovreste cercare di evitare i libri ordinari, di qualità scadente.

Per darvi qualche indizio, i libri di qualità mediocre hanno in genere qualcuna di queste caratteristiche:

  • una copertina profumata, o con stelline o imagini fluorescenti,
  • le pagine hanno stickers o figurine che si staccano,
  • un testo banale
  • delle immagini scadenti, o stereotipate, sempre simili
  • nella copertina non c’è il nome dell’autore
  • nel libro non c’è la certificazione di qualità (ad esempio CE per l’europa).

 

Conclusione

Per esperienza so che spesso non è facile trovare il tempo e la voglia di iniziare a leggere un libro con il proprio bambino.

Ricordo che quando arrivavo a casa dopo 12-14 ore di guardia in Pronto Soccorso, mi sarei dato degli schiaffi piuttosto di leggere un libro a Francesco.

Poi quando ti costringi a farlo e inizi, scopri che è molto più bello e rilassante che guardare la TV.

Poi è davvero importante per la loro vita.

Guarda questo video di Save the Children sull’importanza della lettura al tuo bambino. E’ in inglese ma si capisce perfettamente.

E gli effetti dimostrati dell’illettrismo (scuola, emarginazione, disoccupazione, ecc..) sono dimostrati scientificamente.

 

Riferimenti bibliografici:

(1) Duursma E, Augustyn M, Zuckerman B. Reading aloud to children: the evidence. Arch Dis Child. 2008

(2) Mendelsohn AL, Mogilner LN, Dreyer BP, et al. The impact of a clinic-based literacy intervention on language development in inner-city preschool children. Pediatrics. 2001

(3) Dominic W. Massaro. Two Different Communication Genres and Implications for Vocabulary Development and Learning to Read. Journal of Literacy Research 2015

(4) Shayne B. Piasta and Richard K. Wagner. Developing Early Literacy Skills: A Meta-Analysis of Alphabet Learning and Instruction. Read Res Q. 2010

(5) Raz IS, Bryant P. Social background, phonological awareness and children’s reading. Br J Dev Psychol. 1990

(6) Cunningham AE, Stanovich KE. Early reading acquisition and its relation to reading experience and ability 10 years later. Dev Psychol. 1997


Per ricevere nuovi articoli e notizie: Iscriviti Qui alla Newsletter

Pin It on Pinterest

Share This