Mal d’auto bambini. Come prevenire e cosa fare alle varie età.

Aggiornato il

Durante il viaggio in auto per le vacanze, o per una semplice gita di un giorno, capita spesso che il bambino non sia bene. In pratica soffre del mal d’auto, la cosiddetta “cinetosi”, in termine medico. 

Ma che cos’è? E soprattutto, come si previene e come si cura?

Per ricevere nuovi articoli e notizie:
Iscriviti Qui alla Newsletter

Cos’è il mal d’auto o cinetosi?

Il mal d’auto (cinetosi) è una sensazione di malessere, con sintomi come nausea e vomito, che compare spesso quando il corpo è in movimento, come su un’auto, o una barca. In pratica si tratta di una forma di vertigine fisiologica, cioè non vi è una malattia che la causa.

Vi è una enorma variabilità da un bambino all’altro. Alcuni bambini vomitano dopo pochi minuti in auto, altri stanno benissimo per viaggi di ore. 

Ma perchè il bambino ha il mal d’auto?

Si pensa che il motivo sia che il cervello riceve dei segnali contraddittori. In pratica quello che vede con gli occhi è diverso da quello che viene trasmesso dal centro del movimento e equilibrio, che si trova in una parte interna dell’orecchio.

Infatti quando il bambino è seduto in auto, ad esempio nel seggiolino guardando un giocattolo, gli occhi inviano il segnale che questo oggetto è fermo.

Invece il centro del movimento invia il segnale che invece il corpo di sta muovendo. E questa differenza di segnali causa il malessere del bambino.

A che età compare il mal d’auto?

Il mal d’auto compare più frequentemente dai due anni in poi. Ma molto spesso i neonati o i bambini molto piccoli ne soffrono ugualmente, e vomitano ad ogni pasto. 

Come ci si accorge che il bambino sta poco bene in auto? Quali sono i sintomi?

Non è difficile. 

Improvvisamente il bambino dice di non sentirsi bene. Si sente qualcosa che non va con lo stomaco. Infatti il sintomo principale del mal d’auto è la nausea. Il bambino inizia a sudare, o a salivare, si sente affaticato, ha mal di testa e poi comincia a vomitare. Spesso appare pallido.

Se il bambino è molto piccolo, non riferisce che ha dei disturbi, ma manifesta malessere, inizia a piangere, ad essere lamentoso e irritabile, e poi vomita.

Passa il mal d’auto? E a che età?

Normalmente il mal d’auto passa. Con il tempo il bambino si abitua ai viaggi, adotta anche inconsciamente dei comportamenti per ridurre il suo malessere. Poi, verso i 10 anni, il mal d’auto diminuisce o scompare del tutto.

Cosa posso fare per prevenire il mal d’auto del mio bambino?

Questi accorgimenti riducono la possibilità che il bambino sia male in auto: 

Alimentazione

Cercate di evitare che il vostro bambino sia digiuno al momento del viaggio, ma anche che non abbia lo stomaco troppo pieno per aver appena mangiato. La cosa migliore è fare un pasto leggero, o allattamento, un’ora prima di partire.

Durante il tragitto potete dargli da mangiare dei piccoli pezzi di cibi secchi, o piccoli pezzi di frutta, e delle quantità limitate di acqua, ovviamente se non fa molto caldo.

Itinerario

Cercate di fare un tragitto in cui non vi siano troppe curve, che naturalmente aumentano le possibilità che il bambino abbia mal d’auto.

Traffico

Se possibile cercate di partire in un momento in cui non vi sia troppo traffico, in modo da evitare le frenate e le accelerazioni.

Dormire

bambina dorme in auto

Mentre il bambino dorme, è difficile che abbia il mal d’auto, perchè ha gli occhi chiusi. Ecco che allora potreste partire verso un’ora in cui il bambino normalmente si addormenta, ad esempio il mattino presto, o la sera. Poi incoraggiate il bambino a riposarsi, a chiudere gli occhi e fare un piccolo sonnellino. 

Però attenzione. Non lasciate mai da solo il bambino nell’auto, anche se si è addormentato e non volete svegliarlo. Ad esempio anche solo cinque minuti per andare a prendere un caffè in autogrill.

La temperatura all’interno dell’auto, anche con i finestrini un po’ abbassati, aumenta molto velocemente e il bambino può andare incontro il colpo di calore (METTERE LINK poi reciproco)

Soste

Fatte delle frequenti soste durante il viaggio, in cui il bambino può uscire dall’auto all’aria aperta, l’ideale è circa ogni ora se il bambino è sveglio. 

Guardare lontano

Incoraggiate il vostro bambino a guardare lontano, all’orizzonte o ad un oggetto lontano, davanti all’auto, non nei finestrini laterali.

Non guardare video o leggere libri. 

Meglio non giocare o guardare un video o altro sul tablet o cellulare, e non leggere libri. Questo spesso provoca il mal d’auto. 

Quali sono i rimedi che possono aiutare a prevenire il mal d’auto?

Esistono dei rimedi naturali, e anche dei farmaci. Spesso questi ultimi non possono essere dati ai bambini piccoli, ma attenzione ad usarli anche per i grandi, per i possibili effetti collaterali. Se il bambino ha quasi sempre il mal d’auto, allora sono giustificati. Invece, se ha il mal d’auto ogni tanto, conviene usare le precauzioni dette sopra, o i rimedi naturali, ed evitare i farmaci. 

Mal d’auto bambini. Rimedi naturali.

Si. Alcuni hanno dimostrato una certa efficacia in ricerche cliniche, come i prodotti a base di zenzero e i braccialetti che fanno pressione in un certo punto. 

Zenzero per il mal d’auto

I prodotti a base di zenzero hanno un certo effetto preventivo se dati una o due ore prima del viaggio. Alcune ricerche sembrano indicare un meccanismo di azione sui movimenti dello stomaco. 

Vi sono dei prodotti anche per bambini, come Nausil gocce. Va preso un’ora prima del viaggio e la dose sono 10-15 gocce due volte al giorno. 

Bracciali o bande antinausea

Sfruttano il principio della digitopressione su un punto del polso, detto punto P6 nella faccia interna del polso. In diverse ricerche si sono dimostrati un metodo efficace. Vanno messi a entrambi i polsi. 

Sembrano funzionare anche quando il bambino sta avendo i sintomi di mal d’auto.

Farmaci per prevenire il mal d’auto

I farmaci per prevenire il mal d’auto sono efficaci, ma spesso hanno effetti collaterali come sonnolenza o altri. I due tipi di farmaci meglio studiati e più usati sono  gli antistaminici e la scopolamina transdermica, che è controindicata nei bambini al di sotto dei 12 anni. 

La scopolamina transdermica, che si applica come cerotto, si usa nei bambini più grandi e che devono fare viaggi lunghi, ad esempio in barca per molte ore o giorni. Quelli più utilizzati in pratica nei viaggi in auto sono gli antistaminici.

Antistaminici per il mal d’auto.

Diversi antistaminici sono efficaci per prevenire il mal d’auto nei bambini, ma tutti hanno degli effetti collaterali, come sonnolenza, visione offuscata, secchezza della bocca. Sono controindicati nei bambini al di sotto dei due anni. 

Ad esempio il seguente farmaco. 

Dimenidrinato (es. Xamamina bambini)

Dimenidrinato (es. Xamamina bambini capsule molli o gomme da masticare 25 mg). 

Xamamina bambini capsule molli. La capsula molle non deve essere masticata, ma deglutita anche senza acqua. La dose è la seguente.

– Bambini in età fra 2-6 anni: 1 capsula molle mezz’ora prima del viaggio fino adun massimo di 3 volte nelle 24 ore. 

-Bambini in età fra 7-12 anni: 1-2 capsule molli mezz’ora prima del viaggio, fino ad un massimo di 2-3 volte nelle 24 ore.

Xamamina bambini gomme da masticare, che va masticata senza inghiottirla. La dose è la seguente. 

– Adulti: 1 gomma da masticare medicata ai primi sintomi di nausea; l’effetto dura circa 4 ore. Se necessario ripetere la dose dopo 3-4 ore, fino ad un massimo di 4 gomme da masticare medicate nelle 24 ore.

– Bambini di età compresa fra i 4 e i 12 anni: 1 gomma da masticare medicata mezz’ora prima del viaggio o ai primi sintomi di nausea e vomito e se necessario ripetere la dose dopo 6-8 ore, fino ad un massimo di 2 gomme da masticare medicate nelle 24 ore.

Cosa posso fare quando il bambino inizia a stare male in auto?

I rimedi sono gli stessi che ho descritto sopra per prevenire. Fermarsi, uscire dall’auto e prendere un pò di aria fresca, dare un goccio di bevanda fresca da bere. Se il bambino non migliora può assumere una capsula o gomma dell’antistaminico descritto sopra. 

Pin It on Pinterest

Share This