Spazzolino Elettrico Bambini 2020. I Migliori e Come Usarli.

Se stai cercando un modo divertente e efficace per incoraggiare il tuo bambino a pulirsi bene i denti, sicuramente uno spazzolino elettrico per bambini ti può aiutare.

L’aspetto estetico degli ultimi modelli è accattivante, con testine o cover divertenti. Inoltre gli accessori come timer e applicazioni dedicate catturano l’interesse del bambino.

Ma l’aspetto più importante sono le caratteristiche tecniche dei modelli migliori, che aumentano nettamente l’efficacia dello spazzolameto, e la rimozione della placca, rispetto allo spazzolino manuale. Questo è stato dimostrato da numerose ricerche scientifiche.

Nella tabella sotto potete vedere quelli che sono, in base alle mie prove, i migliori spazzolini elettrici bambini attualmente disponibili.

Continuando nella lettura saprete tutto su come si scelgono e utilizzano.


Il migliore per i bambini sopra i 5-6 anni di età

Philips Sonicare for Kids

Philips Sonicare HX6322/04 ForKids Spazzolino Elettrico per Bambini con Tecnologia Sonica, Connesso all'App per un'Igiene Orale Divertente

Tecnologia Sonica, Timer. 2 velocità di spazzolamento. Durata batteria 20 giorni. Collegamento bluetooth con la App.

Altre Info o Acquisto


Il migliore per i bambini piccoli

Oral-B Stages Power

Oral-B Stages Power Spazzolino Elettrico Ricaricabile per Bambini con Topolino della Disney Oral-B Stages Power, con 1 Manico e 1 Testina

Tecnologia Rotazione Oscillazione. Timer. Durata batteria 7 giorni.

Altre Info o Acquisto


Come funziona uno spazzolino elettrico?

In pratica all’interno del manico vi è un motore, che fa muovere una testina con movimenti di oscillazione e rotazione. 

Gli spazzolini elettrici bambini possono essere di due tipi in base alla tecnologia che utilizzano, sonica, oppure oscillante/rotatoria.

Spazzolino a tecnologia sonica

Ad esempio gli spazzolini elettrici bambini Philips Sonicare.

La testina effettua dei movimenti antero-posteriori ad una elevatissima velocità (circa 30.000 al minuto), con le punte delle setole che vanno dall’alto verso il basso.

La velocità è di 6-7 volte più elevata degli spazzolini con movimenti oscillatori/rotatori.

Questa alta velocità produce inoltre una miscela di dentifricio e saliva che si diffonde tra gli spazi interdentali e a livello del margine gengivale.

E questo dovrebbe aumentare il livello di pulizia e rimozione della placca, anche se le ricerche dimostrano che uno spazzolino elettrico con tecnologia oscillante/rotatoria ha la stessa efficacia, soprattutto se usato insieme al filo interdentale.

Tecnologia oscillatoria/rotatoria

Ad esempio gli spazzolini elettrici per bambini Oral B Stages Power.

Questi spazzolini hanno una testina rotonda che gira in una direzione e nell’altra oscillando. Il numero di movimenti al minuto è circa di 6000.

La tecnica con questi spazzolini è di pulire un dente alla volta per qualche secondo procedendo per quadrante e partendo dai denti posteriori fino agli incisivi.

Che caratteristiche deve avere uno spazzolino elettrico bambini?

Ma non va bene uno spazzolino elettrico per adulti?

No. 

Almento fino a 10 anni è meglio usare uno spazzolino per bambini.

Per due motivi fondamentali.

Il primo è che il bambino ha delle caratteristiche anatomiche e fisiologiche della bocca e dei denti diverse da quelle dell’adulto.

Ad esempio la bocca e i denti sono più piccoli, lo smalto è più fragile, le gengive più delicate e la mucosa orale più sensibile.

Il secondo motivo è che, rispetto agli adulti, si distraggono facilmente, si stancano di una pulizia prolungata e corretta, e non comprendono l’importanza dell’igiene orale.

Ecco perchè è indispensabile l’utilizzo di uno strumento specifico, che abbia le caratteristiche elencate più sotto.

Testine specifiche per bambini

Uno dei motivi per cui i bambini non possono utilizzare uno spazzolino elettrico standard è che sono indispensabili delle testine specifiche.

spazzolino elettrico bambini confronto testine

Soprattutto per i bambino al di sotto dei sei anni, una caratteristica fondamentale delle testine sono le dimensioni più piccole, per raggiungere tutte le parti dell’arcata dentaria, e la morbidezza delle setole, per non danneggiare lo smalto.

Le setole sono di nylon con punta arrotondata.

Ma anche nei bambini e ragazzi più grandi, soprattutto se hanno l’apparecchio, l’deale sono testine con setole morbide.

Alcune marche di spazzolini elettrici bambini, come l’Oral B, hanno delle testine specifiche per i portatori di apparecchio.

In ogni caso le testine e le oscillazioni o rotazioni di queste, e le setole, sono progettate specificatamente per rimuovere la placca dentaria, senza danneggiare le fragili strutture dentarie dei bambini.

Ogni quanto tempo devo cambiare le testine?

Con il tempo, le setole si usurano, diventano più appuntite e possono danneggiare lo smalto. E la pulizia diventa anche meno efficace.

Con gli spazzolini di maggiore qualità questo avviene dopo circa tre mesi.

Ma a volte il bambino piccolo ha la tendenza a masticare le setole e allora la testina va cambiata prima.

Una cosa importante da ricordare è questa.

Nel caso che il bambino abbia una malattia infettiva, come un’influenza, un raffreddore o faringite, quando è guarito conviene gettare la testina e cambiarla.

In fatti questa potrebbe contenere ancora dei germi che possono essere trasmessi ad un altra persona della famiglia.

Velocità di spazzolamento o di vibrazione

Normalmente la velocità e intensità di spazzolamento di uno spazzolino elettrico bambini è inferiore rispetto ad uno per adulti, che funziona con quasi il doppio di movimenti al minuto.

Un modello, il Philips Sonicare for Kids, ha la possibilità di impostare una velocità ancora inferiore, utile nei bambini più piccoli o con gengive, o mucosa della bocca, particolarmente sensibili, e nei bambini con apparecchio ortodontico.

Colori e disegni divertenti.

spazzolino elettrico bambini colori vivaci

Gli spazzolini elettrici per noi adulti sono bianchi o di colori pastello o neri.

Gli spazzolini elettrici bambini, e le testine, hanno colori vivaci, a volte con coperture intercambiabili per il manico, attraenti per il bambino.  Alcuni modelli sono personalizzati sui personaggi preferiti di cartoni animati (es. StarWars, Frozen, e altri).

In pratica hanno i colori dei loro giocattoli.

Ecco che allora, magari anche con l’aiuto delle app, descritte sotto, o con una musica durante lo spazzolamento, quest’attività fondamentale può diventare anche un momento piacevole di gioco.

Timer che scandisce il tempo di spazzolamento

Questa è una delle caratteristiche più imporanti e utili dello spazzolino elettrico bambini.

La maggioranza dei bambini e degli adulti lavano i denti per un tempo ridotto, inferiore ai due minuti raccomandati.

In particolare i bambini, che hanno una diversa percezione del tempo e sono facilmente distraibili.

Un timer incorporato, che segnala il raggiungimento dei due minuti, aiuta il bambino, e l’adulto vicino a lui, a effettuare una pulizia corretta.

Il timer parte non appena lo spazzolino elettrico viene acceso, e al termine del tempo previsto emette un suono o una musica, oppure si spegne.

Alcuni spazzolini hanno dei timer avanzati, ad esempio programmati per raggiungere gradualmente i due minuti, o divisi in periodi di 30 secondi, per la pulizia di ogni quadrante dell’arcata dentaria.

Manico e Impugnatura

spazzolio elettrico bambini impugnatura

L’impugnatura del manico deve essere ergonomica, di forma e materiali che consentono una facile presa anche per un bambino.

E che abbia dei sistemi, come spazio per le dita, o rilievi posteriori, o una forma, che facilitano la presa anche se il bambino ha le mani bagnate.

Inoltre questi rilievi impediscono che lo spazzolino scivoli.

Un’altra caratteristica utile è anche la sua resistenza alle cadute.

E soprattutto deve essere impermeabile, resistente all’acqua.

Spazzolini a batteria o ricaricabili

Se non sapete se il bambino utilizzerà o meno lo spazzolino elettrico, allora potete provarne uno a batterie a consumo.

Sono spazzolini più economici rispetto agli altri, ma bisogna aggiungere il costo delle pile. 

Tuttavia gli spazzolini con batteria ricaricabile sono più affidabili e potenti, e di maggiore qualità come impugnatura e altre caratteristiche.

Tutti gli spazzolini recensiti in questo post sono con batteria ricaricabile.

Gli spazzolini hanno una batteria di diversa durata. Alcuni hanno un led che segnala quando la batteria è scarica.

La batteria ricaricabile ha una durata variabile, quindi controllate quando occorre rimetterlo in carica, soprattutto se è un modello senza indicatore di carica. 

Per aumentare la vita della batteria, conviene farla scaricare completamente ogni 6 mesi circa.

Applicazioni specifiche per aiutare i bambini a lavarsi i denti

Praticamente tutti i migliori spazzolini elettrici per bambini hanno delle applicazioni gratuite dedicate, per smartphone o tablet.

Sono costituite da animazioni e giochi, per intrattenere e educare il bambino, in modo divertente, alla corretta pulizia dei suoi denti.

Sono quasi dei videogiochi in cui il bambino ottiene premi o incentivi, o si sbloccano nuovi livelli, se raggiunge un certo obiettivo di corretta pulizia, e molti genitori riportano che, soprattutto all’inizio, questo contribuisce a rendere eccitante e divertente il momento di lavarsi i denti.

L’esperienza migliore si ottiene quando lo spazzolino ha la possibilità di collegarsi via bluetooth ad una App che insegna ai bambini a lavarsi i denti, in modo divertente.

I migliori spazzolini elettrici bambini.

Philips Sonicare for Kids

Philips Sonicare HX6322/04 ForKids Spazzolino Elettrico per Bambini con Tecnologia Sonica, Connesso all'App per un'Igiene Orale Divertente

Caratteristiche specifiche principali dello spazzolino Philips Sonicare for Kids

Tecnologia Sonica

Le caratteristiche tecniche dello spazzolino elettrico bambini Sonicare for Kids consentono, alla velocità massima, circa 500 movimenti della testina al secondo, in avanti e indietro.

In pratica circa 30.000 movimenti al minuto, contro i 6000 circa degli altri spazzolini elettrici a tecnologia oscillatoria rotatoria.

Due velocità di spazzolamento

spazzolino elettrico bambini due velocità spazzolamento

Questo spazzolino consente di ottenere due velocità di spazzolamento, una delicata e una standard.

Quando si accende, lo spazzolino parte in modalità standard.

La velocità inferiore, delicata, è pensata per i bambini che iniziano con lo spazzolino elettrico sonico, per familiarizzare con questa tecnologia ad alte vibrazioni, e per imparare ad usarlo.

Per questo motivo il timer, in questa modalità, è progressivo. Parte da 1 minuto e progredisce progressivamente fino a 2 minuti. Seguendo le istruzioni del manuale, si può impostare direttamente il timer a 2 minuti fin da subito.

La velocità delicata può essere utile per i bambini più grandi se hanno l’apparecchio ortodontico o una sensibilità gengivale o orale maggiore.

Con la modalità standard, il timer è impostato a 2 minuti.

La tecnologia sonica, ad alta velocità, produce un movimento della testina, tipo vibrazione, e che a volte può essere fastidioso sulle gengive per alcuni bambini più piccoli.

Testine

spazzolino elettrico bambini sonicare testina

La confezione contiene due testine, una mini per i bambini con età da 3 a 7 anni, e una testina standard.

Le setole sono morbide e la base delle testine non è di plastica, ma di gomma, e questo consente un maggiore confort per il bambino durante la pulizia.

La testina è lievemente concava, e questo aiuta l’applicazione del dentifricio e evita la sua caduta quando il bambino appoggia la testina ai denti.

Le testine non hanno delle setole di colore diverso che possono indicare quando è il momento di cambiarle. Ma l’applicazione può segnalarlo.

Tecnica di lavaggio con le testine Sonicare

Queste testine sono molto simili a quelle di uno spazzolino normale.

Essendo normalmente più lunghe della testina rotonda, quando si appoggiano sull’arcata dentaria prendono più di un dente. 

Ma lo spostamento si fa sempre molto lentamente senza premere troppo.

In questo video (in inglese ma con sottotitoli) puoi vedere la tecnica corretta.

KidTimer e KidPacer

Il timer dello spazzolino elettrico bambini Sonicare for Kids è il più avanzato, e ha diverse caratteristiche utili e uniche.

Ad esempio Il timer, alla velocità più bassa, ha una durata progressiva da 1 a 2 minuti, in 14 sessioni di lavaggio.

In questo modo il bambino aumenta il suo tempo di lavaggio quasi senza accorgersene.

Molto utile anche l’altra funzione KidPacer, che ogni 30 secondi invia un segnale sonoro, quando è ora di cambiare quadrante (es parte inferiore destra, poi sinistra, ecc). 

Inoltre, al termine dei due minuti di funzionamento, dopo una melodia finale, lo spazzolino si spegne automaticamente.

Quest’ultima funzione è molto utile, perché il bambino impara a continuare a lavarsi i denti fino a quando lo spazzolino semplicemente si spegne.  

Manico antiscivolo personalizzabile

spazzolino elettrico bambini manico sonicare

Il manico è facilmente impugnabile anche da un bambino, con la parte posteriore di un gradevole colore verde acqua di mare, e dei rilievi in gomma.

Questi servono per impedire lo scivolamento, che sono maggiormente concentrati nella parte centrale, più sporgente, per facilitare la presa anche con le mani bagnate.

Il manico è anche abbastanza lungo per cui consente l’impugnatura contemporanea del bambino e del genitore, nel caso quest’ultimo aiuti il bambino a lavarsi i denti.

spazzolino elettrico bambini personalizzazione manico

Un aspetto divertente e utile è la possibilità di personalizzare il manico con otto adesivi colorati e diversi stickers con Sparkly, il personaggio protagonista della applicazione dedicata. Questi stickers si possono cambiare facilmente.

Il manico è resistente all’acqua e ha una garanzia di due anni.

Batteria Ricaricabile

Lo spazzolino elettrico bambini Sonicare for Kids ha una batteria ricaricabile con un supporto da collegare alla corrente elettrica.

La batteria è al litio e dura circa 20 giorni con una singola carica (da completamente carica a completamente scarica).

La ricarica completa dura circa 24 ore e quando lo spazzolino è completamente carico l’indicazione di ricarica smette di lampeggiare.  

Lo spazzolino philips sonicare for kids presenta anche un indicatore luminoso LED che indica lo stato della batteria. Se la batteria è scarica, sono emessi dei segnali acustici e l’indicatore lampeggia per un minuto, dopo che il lavaggio dei denti è terminato.

Spesso si pensa che la batteria si rovina se si tiene sempre lo spazzolino nel caricabatterie.

Per la batteria di questo spazzolino non è così.

Infatti si tratta di una batteria al litio senza “effetto memoria”. Questo vuol dire che non perde la capacità di autonomia quando viene ricaricata parzialmente in modo ripetuto, cioè senza aspettare che si scarichi completamente. 

Una volta terminata la pulizia dei denti si può tranquillamente riporlo nel caricabatterie. 

Però attenzione che questo non sia su una superficie bagnata o vicina all’acqua (ad esempio nel lavandino).

Applicazione SonicareKids e collegamento bluetooth.

Il collegamento bluetooth con l’applicazione dedicata è uno dei punti di forza che lo rendono il miglior spazzolino elettrico bambini attualmente disponibile. 

Infatti lo spazzolino elettrico bambini Philips Sonicare for Kids può essere collegato, via bluetooth, ad una specifica applicazione gratuita per smartphone o tablet, che si chiama SonicareKids.

Lo smartphone o tablet devono avere la versione bluetooth 4.0 per funzionare.

spazzolino elettrico bambini sonicare app sparky

Un piccolo animaletto, Sparkly, insegna ai  bambini i benefici e l’importanza di lavarsi i denti, in modo divertente. 

L’applicazione è molto educativa, infatti mostra cosa deve fare il bambino per avere una pulizia perfetta, con l’esatta posizione dello spazzolino nell’arcata dentaria e i suoi spostamenti.

Durante l’animazione, sui denti sono presenti dei piccoli mostri-batteri, che il bambino fa sparire lavandosi le varie parti delle arcate dentarie.

spazzolino elettrico bambini app sonicare

Ad ogni sessione di lavaggio completa il bambino riceve un premio, e si sbloccano dei livelli. E vi sono coppe anche per i genitori.

Ma a cosa serve il collegamento bluetooth?

Perchè, diversamente dagli altri modelli, se il bambino spegne lo spazzolino, anche la app va in pausa, per poi riprendere una volta ripreso il lavaggio. Così è molto più facile pulire per i 2 minuti raccomandati.

Come fare il collegamento bluetooth con l’applicazione.

Una volta scaricata l’applicazione SonicareKids, verificate che il bluetooth dello smartphone o tablet sia attivato.

Poi accendete lo spazzolino con il pulsante on/off e aprite l’applicazione, che si connette automaticamente allo spazzolino.

Successivamente seguite le istruzioni dell’app visualizzate sullo schermo.

Pro e Contro

Pro

Tecnologia sonica innovativa, con 31.000 movimenti al minuto. Le due velocità di spazzolamento consentono l’utilizzo più delicato nei che iniziano lo spazzolini elettrico o nei più piccoli.

Nella confezione vi sono due testine, mini e standard, con setole morbide e base in gomma.

Manico antiscivolo con pannello anteriore personalizzabile con stikers e personaggi di diverso colore e forma.

Il timer è il migliore in assoluto. Può essere progressivo, segnala ogni 30 secondi quando occorre lavare l’altro quadrante, e al termine dei due minuti lo spazzolino si spegne.

Batteria al litio ricaricabile di lunga durata, circa 20 giorni e con indicatore luminoso che segnala quando la batteria si sta scaricando

Collegamento bluetooth con la Applicazione specifica Sonicare for Kids

L’applicazione è la più avanzata e insegna in tempo reale ai bambini come lavare i denti in modo corretto, sempre in modo ludico.

Contro

È lo spazzolino elettrico bambini, come le testine di ricambio, più costoso.

Il tipo di movimento molto veloce, o la vibrazione, può dare fastidio ai bambini più piccoli o in quelli con alta sensibilità gengivale.

Le testine non hanno delle setole di colore diverso che segnalano quando occorre cambiarle.

In caso di rumore di sottofondo, es rubinetto aperto, i segnali di cambio quadrante non sono facili da sentire.

Offerta
Philips Sonicare HX6322/04 ForKids Spazzolino Elettrico per Bambini con Tecnologia Sonica, Connesso all'App per un'Igiene Orale Divertente
409 Recensioni
Philips Sonicare HX6322/04 ForKids Spazzolino Elettrico per Bambini con Tecnologia Sonica, Connesso all'App per un'Igiene Orale Divertente
  • Tecnologia Sonica con 62.000 movimenti per un'igiene orale ottimale
  • KidTimer: aiuta ad aumentare gradualmente il tempo di pulizia nel corso di 90 giorni fino a raggiungere i 2 minuti consigliati dai professionisti dentali
  • KidPacer: il timer a intervalli di 30 secondi assicura il tempo di pulizia consigliato dai professionisti dentali e la corretta pulizia di ciascun quadrante della bocca
  • Fino a due settimane di autonomia
  • La confezione include 1 manico ForKids, 1 testina Sonicare ForKids Standard, 1 Sonicare ForKids Mini, 1 base di ricarica, 8 adesivi per la personalizzazione dello spazzolino


Oral-B Stages Power

Oral-B Stages Power Spazzolino Elettrico Ricaricabile per Bambini con Topolino della Disney Oral-B Stages Power, con 1 Manico e 1 Testina

Caratteristiche specifiche principali dello spazzolino Philips Sonicare for Kids

Testine

spattolino elettrico bambini oral b testine

Lo spazzolino elettrico bambini oral b stages funziona con una tecnologia rotante-oscillante, con circa 7.600 movimenti al minuto.

Le testine sono piccole, veramente adatte anche nei bambini di 3 anni, in cui si può facilmente accedere alla pulizia anche dei molari posteriori.

Inoltre hanno setole extra morbide di lunghezza ridotta, e meno fitte, rispetto ad una testina per adulti, ma quelle centrali sono appena più lunghe per favorire la pulizia degli spazi interdentali.

Le setole centrali blu, al centro, si scoloriscono con l’uso indicando il momento di cambiare la testina (in ogni caso meglio cambiarla ogni 3 mesi massimo)

Una caratteristica di questo spazzolino è che vi sono delle testine di ricambio con disegnati i personaggi dei diversi cartoni animati Disney o Marvel.

Lo spazzolino è compatibile anche con testine specifiche per i bambini o ragazzi con apparecchio ortodontico.

Tecnica di lavaggio con le testine rotonde Oral B

Queste testine sono più piccole e coprono un dente alla volta, su cui occorre soffermarsi qualche secondo. 

Conviene iniziare dalle superfici esterne e inclinate leggermente lo spazzolino per raggiungere gli spazi tra i denti e il bordo gengivale. 

Timer e musiche.

Il timer segnala quando sono passati i 2 minuti di lavaggio, quelli consigliati dai dentisti. 

Ogni 60 secondi lo spazzolino suona una delle 16 melodie diverse, per segnalare che è il momento di cambiare la parte di arcata dentaria da lavare, superiore o inferiore.

Dopo i due minuti lo spazzolino non si ferma, ma invia un segnale e continua a funzionare.

Impugnatura caratteristica e ergonomica

spazzolino elettrico bambini oral b manico ergonomico

Una caratteristica unica di questo spazzolino è la impugnatura colorata e ergonomica, antiscivolo. Attraente nei colori blu e giallo e morbida posteriormente, con lo spazio per le dita.

Queste caratteristiche rendono il manico comodo, piacevole e sicuro da prendere, anche se il bambino ha le mani umide e con dentifricio.

A mio parere è il manico miglore tra gli spazzolini elettrici per bambini.

Con il suo manico e la testina colorata lo spazzolino sembra veramente un giocattolo.

Batteria Ricaricabile

Lo spazzolino elettrico bambini oral b ha una batteria ricaricabile tipo Ni-Mh, incorporata nello spazzolino, con un supporto caricabatterie da collegare alla corrente elettrica.

La batteria dura circa 5 – 6 giorni con una singola carica. 

Non ci sono problemi a tenere lo spazzolino sempre appoggiato al supporto di ricarica. Non c’è il rischio di sovraccaricare la batteria.

La carica è abbastanza lunga. Richiede circa 16 ore per una carica completa.

Lo spazzolino ha il led che segnala quando è ora di ricaricare la batteria.

Applicazione Disney Magic Timer

L’applicazione deve essere lanciata quando il bambino inizia a lavarsi i denti. 

Non vi è la possibilità di collegare lo spazzolino via bluetooth.

Dapprima occorre scaricare l’app, poi si scansiona il codice del prodotto oral b acquistato. 

A questo punto il personaggio dello spazzolino si anima sullo schermo e compare un’immagine segreta che il bambino potrà scoprire mentre si spazzola i denti.

Quanto più tempo si spazzola, per arrivare ai 2 minuti, tanto maggiore sarà la porzione di immagine svelata. 

Inoltre il bambino conquisterà distintivi e premi quanto più spesso si lava i denti con l’applicazione, che contiene anche un calendario per valutare i progressi. 

Puoi vedere un esempio di uno dei personaggi nel video sotto. 

Pro e Contro

Pro

Tecnologia oscillatoria rotatoria ad una velocità progettata per assicurare una pulizia ottimale.

Per il manico colorato e modellato e le testine, sembra un giocattolo, ideale per i bambini più piccoli.

Testine adatte anche per i bambini piccoli, e personalizzabili con i personaggi preferiti. Setole extramorbide con parte che si scolora con l’uso, segnalando quando è ora di cambiare la testina.

Timer con 16 melodie diverse che suonano ogni 60 secondi, al cambio dell’arcata dentaria

Ha il manico migliore tra gli spazzolini elettrici, con impugnatura colorata e ergonomica.

Costo inferioe al modello precedente.

Contro

Velocità di spazzolamento fissa.

La batteria dura solo 5-6 giorni.

Il volume del timer è spesso basso e se vi sono rumori forti di sottofondo non è facile sentirlo.

Non vi è il collegamento bluetooth con la applicazione.

Oral-B Stages Power Spazzolino Elettrico Ricaricabile per Bambini con Topolino della Disney Oral-B Stages Power, con 1 Manico e 1 Testina
7.843 Recensioni
Oral-B Stages Power Spazzolino Elettrico Ricaricabile per Bambini con Topolino della Disney Oral-B Stages Power, con 1 Manico e 1 Testina
  • Con l’app Magic Timer il 90% dei bambini spazzola i denti più a lungo
  • Per spazzolare i denti divertendosi con Topolino Disney e con il Magic Timer da 2 minuti
  • Delicato sulle gengive grazie alle setole morbide e alla piccola testina circolare appositamente disegnata per la bocca dei più piccoli
  • Per bambini di età superiore a 3 anni
  • Contenuto: 1 manico per spazzolino elettrico con caricatore, 1 testina di ricambio

La pulizia dei denti del tuo bambino, fin dalla comparsa dei primi denti da latte, è il punto fondamentale per prevenire la carie, e problemi alle gengive. Inoltre gli insegna delle buone abitudini fin da piccolo. (American Academy of Pediatrics).

Se non si effettua bene il lavaggio dei denti prima o poi il bambino avrà dei problemi dentari. Per questo motivo è importante sapere come farlo in modo corretto.

Ma come lavare i denti ai bambini con lo spazzolino elettrico?

In questo articolo trovi tutto quello che devi sapere per una pulizia dei denti perfetta per il tuo bambino.

Quale spazzolino elettrico usare per i bambini?

Quando è possibile iniziare a usarlo?

A partire dai 3-4 anni di età puoi usare anche uno spazzolino elettrico, ma sempre specifico per bambini, con le caratteristiche descritte sotto.

Come funziona uno spazzolino elettrico?

All’interno del manico dello spazzolino vi è un motore, che fa muovere una testina con movimenti di oscillazione e rotazione, oppure laterali.

Gli spazzolini elettrici possono essere di due tipi in base alla tecnologia che utilizzano, sonica, oppure oscillante/rotatoria.

Testine specifiche per bambini

Uno dei motivi per cui i bambini non possono utilizzare uno spazzolino elettrico standard, quello che usano i genitori, è che sono indispensabili delle testine specifiche.

Soprattutto per i bambino al di sotto dei sei anni, una caratteristica fondamentale delle testine sono le dimensioni più piccole, per raggiungere tutte le parti dell’arcata dentaria, e la morbidezza delle setole, per non danneggiare lo smalto.

Ogni quanto tempo devo cambiare le testine?

Con il tempo, le setole si usurano, diventano più appuntite e possono danneggiare lo smalto. E la pulizia diventa anche meno efficace.

Con gli spazzolini di maggiore qualità questo avviene dopo circa tre mesi.

Manico e Impugnatura

L’impugnatura del manico deve essere ergonomica, di forma e materiali che consentono una facile presa anche per un bambino.

E che abbia dei sistemi, come spazio per le dita, o rilievi posteriori, che facilitano la presa anche se il bambino ha le mani bagnate.

Timer che scandisce il tempo di spazzolamento.

La maggioranza dei bambini e degli adulti lavano i denti per un tempo ridotto, inferiore ai due minuti raccomandati.

In particolare i bambini, che hanno una diversa percezione del tempo e sono facilmente distraibili, non rispettano quasi mai i due minuti di lavaggio raccomandati.

Un timer incorporato, che segnala il raggiungimento dei due minuti, aiuta il bambino, e l’adulto vicino a lui, a effettuare una pulizia corretta.

Ma è meglio uno spazzolino elettrico o manuale?

Il mio bambino mi guarda sempre mentre mi lavo i denti con lo spazzolino elettrico. Lo vuole provare. Va bene anche per lui?

Si, ma ad alcune condizioni.

Come prima cosa, per usare uno spazzolino elettrico, il bambino deve avere almeno 3 anni.

Se la tecnica è corretta, i denti si lavano bene sia con lo spazzolino elettrico, che con quello manuale.

Vantaggi dello spazzolino elettrico.

La verità è che lo spazzolino elettrico non è indispensabile per una buona igiene orale.

Ma però può aiutare molto, perchè i bambini, che non comprendono pienamente l’importanza della pulizia dentaria, non sono capaci di spazzolarsi in modo ottimale i denti.

I principali vantaggi sono questi:

1. È più facile lavarsi i denti.

Infatti i bambini non hanno la capacità manuale e la coordinazione indispensabile per effettuare un lavaggio corretto con lo spazzolino manuale.

Ecco che allora uno spazzolino elettrico li aiuta perchè effettua lo spazzolamento da solo.

In questo modo il bambino, che non si deve più preoccupare di spazzolare, raggiunge tutte le aree delle sue arcate dentarie con uno sforzo molto minore.

E queste cose valgono anche se è il genitore che aiuta il bambino a spazzolarsi i denti.

E la maggiore facilità della tecnica fa si che il bambino acquisterà prima l’autonomia di lavarsi i denti da solo in modo corretto, rispetto allo spazzolino manuale.

2. Data la velocità della testina, lo spazzolamento è più efficace.

Chiaramente non è possibile, con lo spazzolino manuale, raggiungere le decine o centinaia di movimenti al secondo che effettua la testina di uno spazzolino elettrico, o rotatori o in oscillazione.

Quindi la rimozione della placca è maggiore.

I denti saranno più puliti, con meno rischio di carie. E anche belli.

Altra cosa importante è che i movimenti rapidi della testina forniscono un massaggio alle gengive.

3. Il timer e le applicazioni dedicate educano e intrattengono il bambino.

I migliori spazzolini elettrici bambini hanno delle applicazioni per smartphone o tablet che intrattengono il bambino per i due minuti necessari alla corretta pulizia, aumentando quindi l’effetto del timer incorporato.

Alcune applicazioni somigliano a videogiochi, con la possibilità di acquistare premi o bonus. E insegnano al bambino esattamente cosa deve fare per lavarsi i denti in modo perfetto.

Che problemi può causare lo spazzolino elettrico? Precauzioni?

Se si usa uno spazzolino di qualità e in modo corretto, non vi sono problemi particolari.

Nel caso che si usi uno spazzolino con le setole di durezza media, o testine grandi, come negli spazzolini elettrici adulti, vi può essere il rischio di abrasione superficiale dello smalto dentario dei bambini.

La stessa cosa può succedere se il bambino preme con troppa forza lo spazzolino contro i denti. Questo è un altro motivo per supervisionare il lavaggio denti del vostro bambino.

Inoltre vi possono essere problemi alle gengive se la spazzolatura dura troppo a lungo, oltre i 3-4 minuti.

È importante ricordare una cosa, che vale anche per lo spazzolino manuale.

Se il vostro bambino presenta dolore ai denti e alle gengive, o sanguinamento, durante la pulizia attenta dei denti con lo spazzolino elettrico, con la tecnica corretta (vedi sotto), occorre rivolgersi al dentista.

Potrebbe avere una infezione dentale o gengivale (tipo ascesso, pulpite o gengivite).

Precauzioni.

Chiaramente, per evitare incidenti o danni allo spazzolino, occorre rispettare tutte le norme per uno strumento elettrico.

Alcune importanti, che spesso si dimenticano, sono quelle di tenere il caricabatterie lontano da superfici bagnate e di asciugarlo bene prima di collegarlo alla presa di corrente.

Altra cosa fondamentale è di controllare sempre se le testine sono intatte o hanno delle rotture (ad esempio perchè il bambino le ha morsicate).

Infatti una testina rotta, o con una crepa, può essere pericolosa e aumentare il rischio di soffocamento, se durante la pulizia si rompe.

Come scegliere lo spazzolino elettrico per il tuo bambino

Come noi adulti scegliamo uno spazzolino elettrico di qualità, stessa cosa, anzi maggiormente, per il bambino.

Non tutti i modelli di spazzolino elettrico bambini che si trovano al supermercato, o in sanitaria, sono adatti.

Vi sono alcuni tipi di bassa qualità, magari anche costosi, che possono avere una testina non adatta alla bocca del bambino, abrasiva, o hanno movimenti non idonei.

E quindi provocare danni alle delicate gengive o allo smalto dei denti dei bambini in fase di crescita e sviluppo.

Per questo motivo, prima dell’adolescenza, è indispensabile scegliere uno spazzolino progettato esclusivamente per i bambini.

Ma occorre considerare anche l’età del bambino, se è piccolo, sui 3-4 anni, o più grande, in età scolare.

L’anatomia dell’arcata dentaria, e la sensibilità delle gengive sono diverse, così come la sua manualità.

Spazzolino elettrico bambini 3 anni fino a 6 anni circa.

Gli spazzolini elettrici per bambini non sono tutti uguali.

Hanno dei meccanismi e struttura diversi.

A volte per i bambini piccoli il rumore e il movimento degli spazzolini cosiddetti “sonici”, possono essere fastidiosi, anche a velocità ridotta.

Ecco perchè io consiglio in genere per i più piccoli uno spazzolino a testina rotante/oscillante.

Spesso anche le applicazioni dedicate per questi spazzolini elettrici sono più adatte per i bambini più piccoli.

Spazzolino elettrico per bambini sopra i 6 anni.

Verso i 6-7 anni iniziano ad uscire i diversi denti permanenti.

La bocca è più grande e allora si possono considerare degli spazzolini con testina di dimensioni maggiori, sempre però con setole morbide.

Il bambino avrà una sensibilità gengivale inferiore e allora si possono utilizzare spazzolini con velocità di movimento più elevata.

Anche le dimensioni del manico possono essere maggiori, poichè le sue mani sono più grandi.

Per i ragazzi pre-adolescenti, quando sono usciti tutti i denti permanenti, vanno bene spazzolini elettrici per adulti. Meglio però scegliere sempre testine con setole morbide.

Quanto costa uno spazzolino elettrico? Ne vale la pena?

Sicuramente il costo è maggiore rispetto ad uno spazzolino manuale. Poi occorre considerare che ogni 3 mesi circa occorre cambiare le testine (ma anche lo spazzolino manuale va cambiato).

Ma hanno il vantaggio, come ricordato sopra, di assicurare una pulizia dentaria più efficace e in modo più attraente e divertente per il bambino.

Inoltre la tecnica di pulizia è molto più facile per il bambino, che acquisterà prima l’autonomia di lavarsi i denti in modo corretto, rispetto allo spazzolino manuale.

Spazzolino elettrico bambini: opinioni dei dentisti e evidenze scientifiche.

Spazzolino elettrico: si o no?

Lo spazzolino elettrico fa male?

Sia i dentisti che noi pediatri dobbiamo rispondere spesso a queste domande.

La grande maggioranza dei dentisti ritiene che lo spazzolino elettrico bambini sia sicuro, e che può aiutare a lavarsi i denti meglio.

Spesso i genitori si chiedono se lo spazzolino elettrico può provocare delle abrasioni dello smalto delicato dei denti del bambino. Se viene usato correttamente non vi sono problemi, anche perchè richiede una minore pressione per una corretta pulizia.

Ecco solo alcune opinioni:

Il dentista dei bambini

Dental Pro

Studio Osellatore Renzo

Confronto fra spazzolino elettrico e manuale. Le evidenze scientifiche.

Lo spazzolino elettrico, anche nei bambini, è più efficace nel rimuovere la placca.

Questo è dimostrato da diverse ricerche e studi (Esti Davidovich. Int J Paediatr Dent – Yaacob M. Cochrane Review )

La maggiore durata di spazzolamento favorita dallo spazzolino, e la velocità della testina, aumentano la quantità di placca rimossa rispetto ad uno spazzolino manuale.

Conviene comunque insegnare ai bambini a lavarsi i denti anche con uno spazzolino manuale, perchè acquistino anche questa capacità nel caso non fosse disponibile uno spazzolino elettrico (es in viaggio o da amici).

Spazzolino elettrico bambini: quando iniziare e come usarlo?

A che età introdurre lo spazzolino elettrico?

Io consiglio di aspettare i tre anni, ma senza forzare.

La cosa migliore è aspettare che lo chieda lui.

Vi vede lavare i denti con il vostro spazzolino elettrico e chiede di averne uno anche per lui.

Come proporre all’inizio lo spazzolino elettrico al bambino.

Prima di proporre uno spazzolino elettrico occorre tenere presente questo.

Se il tuo bambino è piccolo, sui 3-4 anni, potrebbe essere spaventato dallo spazzolino elettrico.

Questi strumenti fanno rumore e vibrano sulle gengive e sui denti, una sensazione che per alcuni bambini può essere fastidiosa.

Infatti i bambini, per proteggere le loro vie respiratorie, hanno una sensibilità maggiore in bocca rispetto agli adulti.

Quindi la cosa migliore per iniziare è mostrargli quello che fate voi.

In pratica prima di mettere lo spazzolino in bocca al bambino, fategli vedere che voi vi lavate i denti allo stesso modo, con il vostro spazzolino elettrico. Magari scherzando, in modo divertente.

I bambini hanno la naturale tendenza ad imitare e osservano spesso i genitori come punto di riferimento quindi, molto probabilmente, accetterà di lavarsi i denti allo stesso modo.

Le prime volte usate lo spazzolino elettrico senza dentifricio, solo bagnato con acqua.

Dentifricio per bambini. Quale usare e quanto?

Il fuoro topico, cioè applicato localmente, con il dentifricio, è molto efficace per prevenire la carie. (Hellwig, Caries Res).

Tuttavia è necessario che il bambino si lavi i denti con un dentifricio specifico e che applichi la giusta quantità,

Questo per evitare una ridotta o eccessiva applicazione di fluoro, entrambe dannose.

Vediamo questi aspetti uno per uno.

Quali sono le caratteristiche del dentifricio ideale per i bambini?

Per lavare i denti ai bambini occorre utilizzare un dentifricio al fluoro, ma la sua concentrazione dipende dall’età del bambino.

Nei bambini al di sotto dei sei anni di età si usa un dentifrico specifico a ridotto contenuto in fluoro.

Normalmente la concentrazione di fluoro dei dentifrici è di 1000 ppm (parti per milione). I dentifrici per bambini contentono una concentrazione di 500 ppm di fluoro.

Infatti a questa età il bambino tende a ingerire una certa quantità di fluoro durante il lavaggio.

Questa quantità è di circa il 65% nei bambini di 2 anni, e il 50% a 4 anni, poi sempre meno.

State tranquilli, l’intossicazione acuta è praticamente impossibile, il bambino dovrebbe mangiare oltre la metà di un tubetto di dentifricio ad alta concentrazione di fluoro.

Però se si usa spesso una quantità eccessiva o un dentifricio ad alta concentrazione si può verificare la cosiddetta “fluorosi“, cioè una intossicazione cronica di fluoro con un colore più scuro dei denti.

Dopo i 6 anni si usa un dentifricio con una concentrazione di fluoro superiore, sui 1000 ppm.

Attenzione ai conservanti e coloranti del dentifricio.

Conviene sempre guardare l’etichetta per valutare la presenza di conservanti e di coloranti.

Il dentifricio non dovrebbe avere molti conservanti e questi dovrebbero essere solo di tipo alimentare (come sodio benzoato e sorbitolo).

Non dovrebbe contenere conservanti non alimentari, come i parabeni.

Inoltre non dovrebbe contenere coloranti (sono indicati sull’etichetta con CI poi un numero).

Quanto dentifricio bisogna mettere sullo spazzolino?

Dal primo dentino fino a 3 anni.

A questa età occorre usare un dentifricio a ridotto contenuto di fluoro, che non deve essere superiore a 550 ppm.

Fino a tre anni di età la quantità di dentifricio che si applica sullo spazzolino dovrebbe essere quella di una “lacrima” o un “chicco di riso”.

Ma cosa significa?

Per “lacrima” si intende uno strato molto sottile di dentifricio che copre meno della metà della superficie delle setole di uno spazzolino specifico per bambini piccoli, come potete vedere nella foto.

Per evitare che il bambino ingerisca troppo dentifricio, e per lasciare il fuoro agire sul dente, è meglio non dargli acqua per risciacquarsi la bocca. In ogni caso la schiuma sarà praticamente assente.

Da 3 fino a 6 anni di età.

Anche a questa età occorre usare un dentifricio a ridotto contenuto di fluoro, che non deve essere superiore a 500 ppm.

Utilizzando uno spazzolino adeguato per età, si aumenta la dose di dentifricio, fino ad arrivare alle quantità di un “pisello”.

In pratica la quantità è quella di una piccola pallina al centro dello spazzolino.

Sempre meglio consigliargli di sputare il dentifricio in eccesso senza risciacquare.

Sopra i 6 anni.

Si utilizza un dentifricio con una concentrazione di fluoro maggiore, come quello per adulti.

Va bene comunque sempre la quantità indicata sopra.

Qual’è la tecnica di pulizia con lo spazzolino elettrico?

La posizione dello spazzolino è un pò diversa rispetto allo spazzolino manuale.

Infatti con lo spazzolino elettrico non viene effettuato il movimento di rotazione e spazzolamento dalla gengiva al dente, perchè questa operazione viene fatta dai movimenti della testina.

Vediamo le varie tappe.

Come lavare i denti con lo spazzolino elettrico.

1. Bagnare la testina e applicare il dentifricio

Inumidite la testina sotto acqua corrente e applicate una piccola quantità di dentifricio, delle dimensioni di un piccolo pisello.

Occorre utilizzare un dentifricio fluorato specifico per bambini, controllando sulla confezione l’età appropriata.

Ad esempio è ottimo il dentifricio Elmex, per bambini piccoli e più grandi. Se lo vuoi acquistare on line lo trovi qui.

2. Appoggiate la testina ai denti e solo dopo accendete lo spazzolino.

Sembra una banalità, ma spesso si accende lo spazzolino, schizzando dappertutto, e poi lo si porta ai denti, con metà dentifricio.

3. Pulite separatamente ogni quadrante.

Per pulire bene tutte le parti delle arcate dentarie conviene dividerle in quattro quadranti e dedicare a ognuno 30 secondi.

Ad esempio prima la parte destra dell’arcata inferiore, poi quella sinistra, poi si passa ai due quadranti dell’arcata superiore.

4. Testina inclinata verso il bordo gengivale.

In linea di principio lo spazzolino andrebbe tenuto un pò inclinato verso la gengiva (se vogliamo essere pignoli, con un angolo di circa 45 gradi.

Questo serve per pulire bene lo spazio tra gengiva e dente.

5. Spostare lo spazzolino senza premere.

E qui cambia la tecnica rispetto allo spazzolino manuale. Con quest’ultimo occorre esercitare una pressione per spazzolare e sfregare.

Con lo spazzolino elettrico non viene effettuata con la mano la pressione e il movimento di rotazione e spazzolamento dalla gengiva al dente.

Infatti questo movimento viene eseuguito automaticamente dalle rotazioni o oscillazioni velocissime della testina.

Quindi, tenendo a contatto la testina con i denti, senza premere, occorre spostare lo spazzolino restando qualche secondo su ogni dente o tratto di quadrante dell’arcata.

Prima si pulisce la superficie esterna dei denti del quadrante, poi quella masticatoria, e infine quella interna.

6. Restare 30 secondi circa in ogni quadrante.

Per arrivare al tempo raccomandato di 2 minuti di pulizia, è utile dividere questa durata in 4 periodi di 30 secondi per la pulizia del singolo quadrante.

Il timer incorporato negli spazzolini migliori aiuta a fare questa operazione, poichè invia un segnale dopo 30 o 60 secondi.

Anche le diverse applicazioni per tablet o smartphone aiutano a seguire il tempo di pulizia.

In questo video puoi vedere la tecnica corretta.

7. Pulire la testina e lo spazzolino

Dopo la pulizia, mentre lo spazzolino è acceso, sciacquatelo per qualche secondo sotto acqua corrente.

Poi spegnere lo spazzolino, staccare la testina e sciacquare e asciugare le varie parti.

Anche con lo spazzolino elettrico, devo aiutare il mio bambino?

Si, di solito fino a circa 6 anni.

Infatti fino a quell’età non hanno la coordinazione necessaria a raggiungere tutte le parti delle arcate e dei denti.

Molti bambini più piccoli vogliono lavarsi i denti da soli.

Va molto bene, bisogna incoraggiarli e fargli fare pratica, ma controllate che lo facciano bene e terminate magari voi completando il lavaggio.

Ho due bambini. Possono usare lo stesso spazzolino elettrico?

Certo.

Ma naturalmente occorre che ognuno abbia la propria testina personalizzata, proprio come noi non usiamo lo stesso spazzolino di nostra moglie o marito.

Il cambio di testina dovete farlo voi genitori, perchè, soprattutto sotto ad una certa età, spesso si dimenticano o non ci pensano.

Ricordatevi anche di aumentare la frequenza di ricarica della batteria. Se normalmente dura 7 giorni, l’uso dello stesso spazzolino anche dal fratello o sorella la fa durare la metà.

Quante volte al giorno lavare i denti? E quando?

La pulizia dei denti, sia da latte che permanenti, deve essere fatta almeno due volte al giorno. (American Academy of Pediatrics)

Infatti in questo modo è possibile eliminare bene la placca, che tende a diventare più dura dopo 12 ore.

I momenti migliori sono dopo la prima colazione e prima di andare a letto.

Soprattutto prima di dormire, meglio aspettare 15-20 dopo il pasto prima di lavare i denti, per dare tempo alla saliva di agire liberando la bocca dai residui di cibo.

Ovviamente, dopo aver lavato i denti prima di dormire, non bisogna dare nulla da bere, se non acqua, o mangiare, nemmeno il latte materno.

Se il bambino, soprattuto se piccolo, vuole prendere il latte o altro da mangiare, bisogna poi ripetere la pulizia dentaria per evitare che residui di cibo o latte restino tutta la notte a contatto con i denti.

Quanto tempo deve durare la pulizia dei denti?

OK, l’avete convinto a lavarsi i denti, ma dopo 10 secondi è di ritorno. Fatto!

Ricordiamo che per il bambino il concetto di tempo è diverso dal nostro.

Per loro è più difficile rispettare i due minuti di pulizia.

Ma possiamo aiutarlo ad arrivarci gradatamente.

Il modo migliore è di suddividere la pulizia in quattro tappe di 30 secondi l’una.

Per ogni tappa si pulisce una metà delle due arcate dentarie, superiore e inferiore, come vedremo più avanti.

Ad esempio prima la metà destra di quella inferiore, poi la metà sinitra, poi la parte destra dell’arcata dentaria superiore, poi la sinistra.

Per ricordarsi il tempo si può usare una piccola clessidra.

Oppure potete intrattenere il bambino con una storia, con con la musica o alcuni video.

Alcuni spazzolini elettrici hanno anche dei timer utili per raggiungere i due minuti.

Inoltre vi sono delle belle applicazioni per tablet o smarthphone, con disegni animati e musica per intrattenere il bambino durante i due minuti di pulizia. (vedi capitolo specifico)

Risciacquare o no la bocca dopo il lavaggio?

È meglio non risciacquare la bocca dopo la pulizia, per due motivi.

Primo, in questo modo il fuoro resta sulla superficie del dente e facilita la mineralizzazione dello smalto.

Secondo, così il bambino non rischia di ingerire una dose eccessiva di fuoro.

Infatti, se possibile, è meglio consigliare al bambino di sputare il dentifricio, senza dargli da bere acqua.

Fino a che età devo aiutare il mio bambino a lavarsi i denti?

Purtroppo per diversi anni.

Spesso, soprattutto al mattino magari, abbiamo appena il tempo per lavarci i denti noi adulti, figuriamoci se dobbiamo occuparci anche del bambino, magari sono due fratelli.

Che in più non vogliono lavarsi i denti.

Ma è molto importante, per la loro salute dentaria, che riusciamo a ritagliarci il tempo per aiutarli.

Infatti, per lavarsi correttamente i denti, da solo, il bambino deve avere una certa manualità e precisione dei movimenti, un pò come allacciarsi i lacci delle scarpe.

Deve saper mettere una quantità adeguata di dentifricio, senza ingerirlo, e pulire tutti i denti su tutte le superfici.

Normalmente questa manualità e coordinazione si acquisisce verso i 6-7 anni.

Se il bambino è più piccolo, è meglio che vi sia qualcuno che guarda o lo aiuta, per completare il lavaggio.

Come sapere se il bambino si lava bene i denti?

Soprattuto nei bambini più grandi, che si lavano i denti da soli, è imporante controllare regolarmente denti e gengive.

I segni di una pulizia non corretta sono i seguenti:

– delle macche scure sulla superficie dei denti, possibile segno di carie iniziale,

– una patina gialla sulla superficie dei denti o al bordo gengivale, segno di placca dentaria non rimossa,

– arrossamento, o gonfiore o sanguinamento gengivale.

Cosa faccio se il mio bambino non vuole lavarsi i denti?

Luca non ne vuole sapere di lavarsi i denti. Strilla che vuole tornare a giocare. È sempre una lotta. Magari sta fermo per 10 secondi poi urla e piange. Cosa faccio?

È un comportamento assolutamente normale.

La maggioranza dei bambini più grandi fanno così.

Quando sono piccoli, diciamo sotto i 18 mesi, sono abbastanza passivi e si lasciano facilmente lavare i denti. Poi dai due anni in poi, a volte non è semplice.

Ma è importante ricordare sempre questo.

Il bambino non capisce i benefici della pulizia dentaria, non gli interessa per niente lavarsi i denti.

Spesso per lui è solo un’attività fastidiosa, poco piacevole con la schiuma in bocca, e che gli fa anche perdere tempo per il gioco o altro.

Siamo noi adulti che dobbiamo in qualche modo rendere obbligatoria questa attività. Senza discussioni. Come quando in auto lo mettiamo sul seggiolino, anche se lui non vuole.

Capisco, ma è facile dirlo, poi il difficile è farlo.

Certo.

Ma puoi provare qualcuno di questi metodi.

Alcuni suggerimenti utili se il tuo bambino non vuole lavare i denti.

Come prima cosa, come ho scritto sopra, fatevi vedere mentre vi lavate i denti, e fatelo in modo divertente, allegri (anche se siete in ritardo e vi aspetta un problema al lavoro….).

Poi portatelo con voi quando acquistate un nuovo spazzolino e dentifricio per lui, così che possa scegliere il colore e il personaggio preferito.

Inoltre, se gli da fastidio il dentifricio, puoi davvero metterne pochissimo.

In pratica cerca di metterci entusiasmo e trasforma la pulizia dei denti in un gioco.

Altre idee davvero utilissime e un metodo interessante da provare lo trovi in questo post del Dr. Tirone.

Nei bambini si usa anche il filo interdentale?

Certo.

Le malattie della gengiva sono causate dalla placca posta sulla linea tra gengiva e dente e tra i denti.

E questa non viene completamente rimossa dal normale uso dello spazzolino e dentifricio.

Ecco perchè, quando i denti iniziano a toccarsi, e lo spazio tra un dente e l’altro diventa stretto, conviene iniziare ad usare il filo interdentale. In genere questo succede tra i 3 ai 5 anni.

Infatti a questa età lo spazio, soprattutto tra i denti posteriori, molaretti o primi molari, è abbastanza stretto e residui di cibo si trovano facilmente tra dente e dente.

Nei bambini più piccoli lo spazio tra un dente e l’altro è tale che una corretta pulizia con lo spazzolino è sufficente.

La pulizia con il filo interdentale si fa in genere una volta al giorno, meglio alla sera per togliere i residui di cibo della giornata.

Il bambino piccolo, di sotto dei 8-9 anni, difficilmente saprà usare bene il filo interdentale da solo. Andrà aiutato, come vedremo dopo.

Nei bambini piccoli è molto più facile utilizzare una forcella con filo interdentale, al posto del normale rotolo continuo.

Quale filo interdentale usare?

Vi sono diversi tipi di filo interdentale, ognuno con pro e contro.

Ma non devi scervellarti troppo. Diversamente dagli spazzolini e dentifrici, tutti vanno bene per la pulizia dentaria del tuo bambino.

Filo interdentale non cerato. È un sottile filo fatto da circa 35 microfili di nylon avvolti insieme. Si infila anche negli spazzi più stretti, è più “affilato” e pulisce bene, ma è meno resistente e si sfilaccia facilmente.

Filo interdentale cerato. È un filo di nylon avvolto da un sottile strato di cera. È più resistente ma la copertura di cera fa si che sia meno facile arrivare negli spazi strettissimi.

Filo interdentale PTFE. È fatto dello stesso materiale del Gore-Tex. Scivola più facilmente tra i denti, anche negli spazi stretti, ed è più resistente.

Filo Super Floss. È adatto per la pulizia interdentale di bambini con apparecchio ortodontico, perchè ha una estremità rigida con un filo di material spugnoso (vedi più avanti il capitolo dedicato).

I fili interdentali sono disponibili in vari gusti, ad esempio menta.

Quando usare il filo interdentale? Prima o dopo la pulizia con lo spazzolino?

I parere sono discordanti.

Secondo alcuni dentisti è meglio usarlo prima dello spazzolino.

Questo perchè il filo rimuove i residui di cibo e di placca in modo che il dentifricio raggiunga lo spazio tra dente e dente

Ma secondo altri è meglio dopo il lavaggio con lo spazzolino.

Secondo loro il lavaggio ha già tolto una parte di placca e cibo e l’azione del filo interdentale è così più facile e completa.

Ma la cosa più imporante è usare il filo interdentale, o prima o dopo.

Come usare il filo interdentale nei bambini?

Pulire tra i denti con il filo interdentale può essere complicato per gli adulti.

Figuriamoci nei bambini, con mani più piccole e non allenate a questa operazione.

Ecco che allora occore aiutarli all’inizio, mentre gli si insegna questo tipo di pulizia. Solo verso i 9-10 anni saranno capaci di usarlo bene da soli.

Tecnica corretta per usare il filo interdentale.

La prima cosa da fare è di lavare bene le vostre mani e quelle del bambino, dato che poi le dita verranno a contatto con la bocca.

Poi si seguono queste tappe.

1. Utilizzando il seghetto presente nella scatola del rotolo, taglia un segmento di filo di circa 40 centimetri (dalla punta delle tue dita, al gomito).

2. Con due o tre giri, avvolgi il filo ad entambe le dita medie del bambino, e aiutalo a prenderlo tra l’indice e il pollice.

3. Usando l’indice passate il filo tra i denti dell’arcata inferiore, iniziando dai molari, facendo un delicato movimento ondulatorio in su e in giù. (il pollice serve per gli spazi interdentari dell’arcata).

4. Quando il filo raggiunge la gengiva, piegalo, a forma di lettera “C”, per avvolgere il dente, e sposta il filo avanti e indietro.

5. Una volta finita la pulizia, srotola un tratto di filo da una mano all’altra, per usarne un pezzo nuovo e pulito.

6. Ripeti l’operazione per il successivo spazio interdentale.

Come vedi, è un’operazione non semplicissima e che richiede un certo tempo.

Per il bambino, soprattutto piccolo, può essere frustrante usare il filo interdentale.

Ma per fortuna esistono altri strumenti per ottenere la pulizia degli spazi interdentali, ad esempio le forcelle.

Cosa sono le forcelle con filo interdentale?

Sono dei piccoli bastoncini di plastica, colorati, a forma di Y, con una parte superiore composta da due braccia tra le quali è teso un pezzo di filo interdentale.

In genere sono venduti in confezioni che ne contengono un certo numero.

Però sono monouso e vanno gettati dopo ogni seduta di pulizia.

Il “piano di battaglia” contro l’insorgenza della carie.

Come prima cosa non dimentichiamo i 4 Pilastri della Organizzazione Mondiale della Sanità. Cioè Igiene, Alimentazione Corretta, Giusti Apporti in Fuoro, Controlli Specialistici).

In questo video trovate i 5 errori più frequenti.

Nei capitoli che seguono trovi un aprofondimento di questi punti. 

1. Limitate gli alimenti zuccherati.

Gli zuccheri sono il cibo dei batteri cariogeni, quindi meglio assumerli in quantità moderata.

È molto importante ricordare questo.

Più che la quantità, è la frequenza che è importante.

Infatti dopo ogni assunzione di zuccheri il pH scende per 2 ore circa, e i batteri producono acidi che attaccano lo smalto. Poi, anche con l’aiuto della saliva, il pH risale e il processo si inverte.

Quindi se continuo ad assumere alimenti o bevande zuccherate ogni 2-3 ore, in pratica il processo di attacco al dente non si ferma, impedisco alla saliva di fare il suo lavoro, e vi è un maggior rischio di carie ovviamente.

Come bevanda va benissimo la normale acqua di rubinetto, oppure in bottiglia oligominerale. 

Quindi riducete al minimo i succhi di frutta, meglio durante un pasto e in ogni caso scegliete quelli al 100% di frutta.

Altra cosa importante. 

Se il bambino usa il succhiotto, evitate, come spesso succede, di  intingerlo nel miele,  o acqua e zucchero. 

2. Evitate di dare al bambino latte o succhi prima di dormire e durante la notte.

In questo modo si evita la cosiddetta “carie del biberon”, che si trova spesso nei bambini che prendono latte o succhi o tisane zuccherate prima di dormire e durante la notte.

Infatti così facendo gli zuccheri restano a contatto con i denti per 10-12 ore.

Inoltre bisognerebbe cercare, dopo l’anno di vita, di incoraggiare il bambino a prendere il latte dalla tazza o bicchiere, eliminando gradualmente i biberon.

In particolare, alla sera, dopo che sono usciti i primi denti, una routine sana dovrebbe essere prima il latte, poi pulizia denti, magari la lettura di un libro e poi a letto.

3. Pulite i denti fin dall’inizio, due volte al giorno.

Fin dall’eruzione dei primi dentini, questi dovrebbero essere puliti, due volte al giorno, con uno spazzolino e una piccolissima quantità di dentifricio al fluoro per bambini.

La quantità dovrebbe essere quella di una “chicco di riso” fino a tre anni, successivamente di un “pisello”.

Vedi più avanti il capitolo dedicato.

4. Somministrate la giusta quantità di fluoro.

Per evitare un sovradosaggio di fluoro, con la comparsa di macchie bianche sui denti, bisogna darne la giusta quantità.

L’ulizzo della giusta quantità di fluoro, che con il dentifricio viene applicato direttamente sul dente, è molto efficace per prevenire la carie. (11)

Il fluoro per bocca, come gocce o piccole compresse, possono essere prescritte dal vostro medico in caso di richio aumentato di carie per diversi motivi.

5. Evitate di esporre il bambino al fumo passivo. 

Oltre a molti importanti problemi di salute, il fumo passivo aumenta anche il rischio di carie. 

6. Non mettere in bocca succhiotti o cucchiai che poi date al bambino.

In questo modo, soprattutto se avete carie attive, ma non solo, trasmetterete al bambino i batteri responsabili della carie, aumentando nettamente il suo rischio.

7. Fate presto la prima visita odontoiatrica al bambino.

Sarebbe meglio già al compimento del primo anno, poi periodicamente ogni 6-12 mesi.

Probabilmente non avrà già carie, ma può essere presente placca e lo specialista vi insegnerà i metodi migliori per eliminarla, e per prevenirne la ricomparsa.

Conclusioni

Non è semplice scegliere uno spazzolino elettrico adatto al tuo bambino o bambina.

Vi sono davvero tantissimi prodotti con diverse caratteristiche e fasce di prezzo. In rete si trovano decine e decine di recensioni ed è facile essere sommersi dalle informazioni. 

Il mio obiettivo è di facilitare la vostra scelta, con la recensione di alcuni prodotti sicuramente al top come qualità. 

Il miglior spazzolino elettrico per i bambini più grandi, dai 6 anni in su, a mio parere, è il Philips Sonicare for Kids, ma costa circa il doppio degli altri. 

Il migliore per i piccoli è l’ Oral b Stages Power per la testina più piccola, il manico più piccolo, ergonomico, la vibrazione meno intensa e la app più adatta. 

Spazzolino Elettrico Bambini: Referenze Bibliografiche

American Academy of Pediatrics. Section On Oral Health. Maintaining and improving the oral health of young children. Pediatrics. 2014;134(6):1224.

Esti Davidovich e al. Randomised clinical study of plaque removal efficacy of a power toothbrush in a paediatric population.  Int J Paediatr Dent. 2017 Nov;27(6):558-567

Ministero della Salute Linee Guida Nazionali 2013 Igiene Orale.

Yaacob M e al. Powered/electric toothbrushes compared to manual toothbrushes for maintaining oral health. Cochrane Review 2014

Ultimo aggiornamento 2020-10-01 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API