Il mughetto nei neonati e lattanti. Come riconoscerlo, prevenirlo e trattarlo.

Aggiornato il

Questa mattina il mio bambino di due mesi ha delle macchie strane in bocca. Sono bianche. Sembra quasi del latte cagliato, ce l’ha sulla lingua, sulle guance sulle gengive. Ma cosa può essere?

Probabilmente si tratta di mughetto.

Si manifesta proprio con delle macchie bianche dappertutto nella bocca, e il bambino può essere un po’ più noioso con difficoltà mangiare e ad attaccarsi al seno e biberon.

Iscriviti Qui alla Newsletter

Attenzione: Le informazioni contenute in questo sito sono solo a scopo educativo generale, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Leggete il documento”termini e condizioni”.

Cos’è il mughetto?

Il mughetto è un’infezione delle mucose della bocca causato dalla candida, che è un fungo microscopico, che non si vede ad occhio nudo.

Questo fungo è presente normalmente in piccole quantità sulla pelle. E sulle mucose.

Si trova anche nell’intestino e nella zona genitale.

La maggioranza delle volte la candida non provoca nessun sintomo, ma quando cresce troppo può causare un’infezione della pelle, come la dermatite da pannolino, o della mucosa della bocca, come il mughetto.

È molto frequente?

Sì, quasi tutti neonati primo poi ce l’hanno. Perché loro sistema immunitario è immaturo.

Di solito compare nei primi mesi di vita, normalmente entro il sesto mese di vita.

Quali sono i sintomi del mughetto nei neonati, come si riconosce?

mughetto neonati

Il mio bambino ha la lingua bianca. Si tratta di mughetto?

Se è solo la lingua che è bianca, si tratta probabilmente di residui di latte.

Infatti nel mughetto le macchie bianche sono dappertutto nella bocca.

Cioè, oltre che sulla lingua, si vedono nel palato, nelle gengive, all’interno delle guance e a volte anche nella labbra.

Le macchie hanno l’aspetto di latte cagliato.

Inoltre il bambino può anche presentare delle screpolature agli angoli della bocca.

Per distinguere un mughetto da altre macchie potete fare questa prova.

Prendete un cotton fioc e strofinatelo sulle macchie bianche. Se si tratta di residui di latte, queste macchie si asportano facilmente.

Se invece si tratta di mughetto le macchie non si riescono a asportare.

Iscriviti Qui alla Newsletter

Vi sono dei farmaci che provocano il mughetto ?

Sì.

Ad esempio gli aerosol con il cortisone.

Ecco perché è sempre meglio sciacquare in bocca, o dare da bere al bambino, dopo che avete effettuato un aerosol con una soluzione di cortisonico. Tipo Clenil o Prontinal o Aircort.

Anche gli antibiotici possono favorire la comparsa di mughetto.

Infatti gli antibiotici uccidono i batteri “buoni” della flora batterica cutanea o della mucosa, che impediscono la crescita eccessiva della candida.

Quanto dura?

Di solito 7-10 giorni, ma volte anche un paio di settimane. L’infezione leggere guariscono anche senza trattamento.

Il mughetto può essere pericoloso?

Per fortuna il mughetto nel neonato o lattante e non da complicazioni, nella stragrande maggioranza dei casi.

In alcuni bambini, come quelli che hanno delle malattie croniche o stanno facendo una terapia pesante, l’infezione da fungo che provoca il mughetto può essere più importante e dare delle complicanze.

Quanto conviene chiamare il medico?

In queste situazioni conviene contattare il pediatra, oltre che se avete dei dubbi:

Il bambino ha diversi episodi di mughetto o questo non passa in 10-15 giorni.

Oppure se il bambino ha più di nove mesi, perché è raro un mughetto a quell’età.

Il bambino rifiuta di alimentarsi.

Infatti se il mughetto diventa cronico, o ricorrente, soprattutto nel bambino grande al di sopra dell’anno di vita, questa condizione può essere un segno di malattia.

Come un deficit del sistema immunitario.

C’è relazione tra il mughetto e la dermatite da pannolino?

Sì.

Il responsabile di queste due condizioni è lo stesso fungo, si tratta di candida.

Per questo motivo, nei bambini che portano il pannolino, si trovano entrambe le infezioni.

È contagioso?

Sì.

Spesso capita che il bambino con il mughetto trasmette l’infezione anche alla mamma, con una candida ai capezzoli.

In questo caso i capezzoli sono arrossati e danno fastidio.

La mamma può vedere delle macchie chiare sulle areole.

In questo caso la stessa pomata che si usa per curare il mughetto del bambino andrà benissimo anche per trattare queste infezioni dell’areola e del capezzolo.

Come si cura il mughetto?

Questa infezione sicura molto facilmente.

In pratica si applicano delle pomate nella bocca, diverse volte al giorno della bocca.

Ad esempio a base di miconazolo, o un altro prodotto anti fungo.

Un altro rimedio abbastanza efficace è una soluzione a base di violetto di genziana, Anche se a volte non viene prescritto per la paura di effetti tossici e per le macchie viola.

Infatti il bambino avrà la bocca completamente colorata di viola scuro.

In base all’età del bambino il medico potrebbe prescrivere dei probiotici, oppure degli yogurt con lactobacilli.

Il motivo è che questi prodotti contengono dei batteri “buoni” che impediscono lo sviluppo della candida nella bocca e nell’intestino.

Come è possibile prevenire il mughetto?

Nei primi mesi cercate di sterilizzare il ciuccio, e le tettarelle dei biberon, o gli anelli dentari. Tutto quello che entra in bocca al bambino.

Potete utilizzare acqua bollente, o uno sterilizzatore.

Se allattate al seno, lavate bene l’areola e il capezzolo dopo ogni poppata.

Poi lasciate che queste zone diventino bene asciutte, perché il fungo cresce con l’umidità, e copritele con delle garze sterili da cambiare dopo ogni poppata.

Iscriviti Qui alla Newsletter

Referenze bibliografiche:

Stecksén-Blicks C e al. Prevalence of oral Candida in the first year of life. Mycoses. 2015 Sep;58(9):550-6

Attribuzione immagine neonato con mughetto.

James Heilman, MD [CC BY-SA 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)]

Pin It on Pinterest

Share This