Come evitare gli incidenti del tuo bambino nella stanza da bagno

Aggiornato il

Per i bambini il bagno può essere luogo pericoloso. I pericoli per loro sono diversi, dall’acqua della vasca o water, agli apparecchi elettrici, ai prodotti detergenti o cosmetici e altro. 

Per questo motivo è fondamentale mettere in sicurezza questa stanza e adottare delle misure di sicurezza, per impedire tragedie. 

Se nel bagno avete un fasciatoio, è importante che anche questo sia sicuro e usato bene, come potete leggere in questo articolo: fasciatoio sicuro.

La regola migliore: tenete chiusa a chiave la porta del bagno

Tenete la porta del bagno sempre chiusa a chiave, e non permettete che il bambino vi entri senza l’accompagnamento di un adulto.

Questo significa chiudere la porta a chiave e toglierla dalla serratura. Potete anche mettere un piccolo chiavistello alla porta del bagno in posizione alta, che non possa essere raggiunta dal bambino.

Ricordatevi di togliere la chiave dalla serratura, una volta chiusa la porta del bagno. Altrimenti il bambino potrebbe riuscire ad aprirla. 

Un’altra cosa da ricordare è, come spesso succede, di non tenere la chiave nella parte interna della porta, perché il bambino potrebbe entrare e chiudersi dentro.

Prevenire le cadute in bagno

I bambini corrono sempre, voglio giocare e non stanno mai fermi, anche in doccia. Poi mentre fanno il bagno si alzano in piedi e vogliono giocare. Per questo motivo, è molto facile che il bambino scivoli nel bagno o della doccia, battendo la testa o altre parti del corpo.

Per fortuna si possono prevenire queste cadute e i traumi in modo molto semplice. Basta mettere dei tappetini antiscivolo nella vasca da bagno o nella doccia. 

Conviene metterli anche nel pavimento vicino al lavandino, bidet o water, per ridurre il rischio di cadute del bambino, che corre nel pavimento di ceramica con i piedi bagnati. 

Prevenire le ustioni da acqua bollente

La temperatura dell’acqua è una cosa importante da controllare durante il bagno o la doccia del vostro bambino. 

Non dimenticate che la sua pelle è molto più sensibile e delicata di quella di un adulto. E quindi si scotta e ustiona molto più facilmente, anche se l’acqua è solo molto calda e a noi adulti non ci sembra bollente. 

Inoltre le lesioni da scottatura possono arrivare molto rapidamente. Bastano anche pochi secondi per provocare un’ustione di secondo o terzo grado. 

Sicuramente è fondamentale controllare sempre la temperatura dell’acqua del bagno o doccia, ad esempio con il gomito o il polso, che sono zone molto sensibili. 

Ma l’operazione più semplice e importante, per prevenire le ustioni, è quella di regolare il termostato dell’acqua di una temperatura non superiore ai 45 gradi. 

Prevenire il rischio di annegamento

La regola d’oro è quella di tenere la porta del bagno chiusa a chiave, non raggiungibile dal bambino, per impedire che vi entri da solo. Non lasciate mai da solo un bambino nel bagno.

Non dimenticate che, anche se il bambino sembra autonomo e sa camminare bene, va sempre controllato quando entra in questa stanza. Infatti è già successo che il bambino, mentre faceva il bagno da solo, é scivolato, con perdita di conoscenza e annegamento. 

E questo può succedere in pochi secondi. Anche con pochi centimetri di acqua.

Quindi state sempre con il bambino mentre fa il bagno. E non incaricate un fratello più grande. Solo un adulto dovrebbe stare con il bambino. 

Durante il bagno il bambino va sempre sostenuto con una mano, anche se sembra che stia seduto abbastanza bene in modo stabile. 

Poi non abbandonatelo nemmeno per pochi secondi. Se suonano alla porta prendete il bambino, avvolgetelo in un asciugamano, e andate ad aprire. 

Sicurezza del water

Per quanto riguarda i bambini piccoli di 12-18 mesi, la causa più frequente di annegamento è, oltre che la vasca da bagno, anche il water. Il bambino cerca di toccare l’acqua del water e ci finisce dentro, con la faccia nell’acqua. 

Per questo motivo sarebbe opportuno mettere dei sistemi di sicurezza che impediscano al bambino di aprire da solo la tazza del water. 

Come scegliere una vasca sicura per il bambino

Il bagnetto è un momento piacevole per il bambino e i genitori. Ma spesso non è facile sostenere un bambino che vuole muoversi e giocare, con la sua pelle umida e scivolosa. 

Ecco perché non conviene fare il bagno al bambino nella vasca per adulti, perché è troppo grande. Difficilmente si riuscirà a sostenere il bambino con una mano e lavarlo con l’altra. 

Per questo motivo è importante utilizzare una vaschetta per bambini sicura e adatta, con alcune caratteristiche. 

La vasca deve essere di una plastica spessa e rigida, perché rimanga ferma e non si deformi sotto il peso dell’acqua. È meglio evitare le vasche gonfiabili. Non sono rigide, i bordi possono piegarsi sotto il peso del bambino e dell’acqua, con maggiore rischio di problemi. 

I bordi della vasca devono essere rigidi, ma non con spigoli vivi, ma arrotondati, per evitare traumi del bambino, se dovesse cadere. 

Ma vasca dovrebbe avere una base adatta per impedire che la vasca si muova. In pratica deve essere stabile, non ballerina, mentre la si usa. 

Il bambino, anche nella vasca, ama prendere le cose e metterle in bocca. Quindi occorre stare attenti che non vi siano parti molli, tipo cuscini. Infatti potrebbe cercare di morderli, o staccarne un pezzo e metterlo in bocca. 

Durante il bagno avete bisogno di molte cose, detergente, shampoo, olio dermatologico, ad esempio. Se la vasca è dotata di piccoli ripiani dove poter mettere questi oggetti, il vostro compito sarà più facile, non dovrete allungarvi per prenderli. 

Sempre a questo proposito, tenete comunque sempre vicine anche le altre cose che vi servono, come l’asciugamano, accappatoio, pannolini, vestiti asciutti. 

Non dovete mai lasciare una vasca con dell’acqua dopo aver fatto il bagno, anche pochi centimetri. Dopo il bagno la vasca va vuotata completamente. quindi una vasca idonea deve avere un tappo che consenta di fare facilmente questa operazione. 

Altre misure di sicurezza

Oggetti taglienti

Il bambino è alla ricerca sempre di oggetti da esplorare, soprattutto quelli che proprio non dovrebbe toccare. Allora mettete gli oggetti taglienti che ci sono nel bagno, come forbicine, tagliaunghie e rasoi fuori dalla sua portata, meglio in alto in un armadietto con chiusura di sicurezza a prova di bambino. 

Apparecchi elettrici

Il bagno è una stanza umida, spesso con acqua presente, ad esempio nel lavandino o nella vasca o per terra. Ma in questa stanza usiamo quotidianamente apparecchi elettrici, come il rasoio e l’asciugacapelli, o altri. 

Se non si prendono precauzioni per la sicurezza elettrica, qualcuno potrebbe farsi veramente male e prendere una scossa molto forte. 

Per questo motivo occorre ricordarsi di staccare sempre gli apparecchi elettrici dalla spina quando si sono utilizzati. E poi di riporli in un armadietto chiuso fuori dalla portata del bambino. 

Inoltre, per precauzione ancora maggiore, conviene farsi installare dall’elettricista un sistema di sicurezza che blocchi la corrente quando un’apparecchio elettrico entra in contatto con l’acqua. 

Prevenire l’avvelenamento 

Nel bagno spesso si trovano dei prodotti che sono molto pericolosi nel caso che il bambino li ingerisca. 

Ad esempio i farmaci, o i detergenti per il pavimento o i sanitari. Ma spesso non si pensa che anche altri prodotti o oggetti portano a questo pericolo, come i cosmetici, gli smalti o i prodotti per toglierli, i profumi, le lozioni o i dopobarba. 

Tutti questi prodotti vanno riposti in un armadietto chiuso fuori dalla portata del bambino.

Pin It on Pinterest

Share This